Coronavirus spiagge, l’Italia dimentica le regole in vacanza

Spiagge affollate e distanziamento assente: l’Italia in vacanza dimentica le regole sul Coronavirus. L’epidemia sembra ormai soltanto un lontano ricordo

coronavirus spiagge italia
Coronavirus, spiagge affollate in Italia (Pixabay)

Dopo oltre due mesi di lockdown e di settimane di paura per il Coronavirus, gli italiani con l’inizio dell’estate cominciano a godersi un po’ di relax. Nonostante, però, il governo abbia dato delle indicazioni su come comportarsi in spiaggia, in questi primi week-end della bella stagione molto spesso le norme anti Covid-19 non sono stati molto rispettati. Da Nord a Sud, passando per il centro Italia, i litorali marittimi sono stati presi d’assalto dai turisti, anche stranieri, e in questi giorni abbiamo assistito a spiagge gremite di gente, senza alcun tipo di distanziamento sociale, né tanto meno l’uso delle mascherine. Se è vero che la situazione dell’epidemia in Italia è ora sotto controllo e che all’aperto il virus si diffonde molto meno che al chiuso, i virologi gridano a gran voce di prestare ancora attenzione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Turista morto in spiaggia: trovato senza vita durante un pisolino

Coronavirus, spiagge affollate in Italia: la pandemia sembra un lontano ricordo

coronavirus spiagge italia
Le spiagge della Sardegna pronte alla riapertura (Getty Images)

Nonostante l’Italia sia uscita dal periodo più difficile dell’emergenza Coronavirus, gli scienziati predicano calma e di tenere ancora comportamenti accorti. Le persone hanno voglia di godersi delle vacanze tranquille dopo mesi molto stressanti tra lavoro, lockdown dovuto alla pandemia e crisi economica. Ma da quanto visto nell’ultimo fine settimana, il primo vero di vacanza per gli italiani, nella maggior parte dei casi le norme raccomandate non sembrano essere state rispettate. In questo senso, il Covid-19 sembra solo un lontano ricordo. E così anche il virologo Fabrizio Pregliasco dell’Università di Milano è prudente: “Tutti dobbiamo ancora mantenere il buon senso, al lavoro come al mare. Le mascherine dobbiamo ancora indossarle per arrivare, per andarsene nei momenti in cui ci avviciniamo al bar con altre persone”.

LEGGI ANCHE >>> Fase 3, turista allontanata dalla spiaggia: aveva 39.2 di febbre