CONDIVIDI

Stati Uniti, allarme contagi: i numeri sarebbero molto diversi da quelli che sbandiera Donald Trump e alcuni stati tornano a chiudere i locali

Usa Trump
Il presidente americano Donald Trump (Getty Images)

Stati Uniti, è allarme contagi nonostante le parole rassicuranti di Donald Trump. Ancora una volta il Presidente ha fatto il pompiere: “I decessi per il coronavirus sono in calo. Il tasso di mortalità è uno dei più bassi al mondo. La nostra economia sta ripartendo e non sarà chiusa di nuovo”. Un tweet, nelle ultime ore, che però non fotografa esattamente la situazione generale.

A smentirlo non sono i suoi avversari politici, ma le autorità sanitarie naziomnali che lanciano l’allarme. Il numero dei contagiati potrebbe essere (per loro lo è) decisamente più alto. In realtà almeno 23 milioni di persone infatti oggi potrebbero essere contagiate negli Usa. Quiindi almeno dieci volte in più di quanto finora non abbiano detto le cifre ufficiali.

fauci trump covid
Donald Trump e Anthony Fauci (Getty Images)

La fonte è sicuramente autorevole e beninformata. Si tratta infatti di Robert Redfiled, direttore del Cdc (cioè il Centers for Disease Control and Prevention), massima autorità nazionale in materia di salute pubblica. “Per ogni caso di Coronavirus effettivamente accertato ci sarebbero almeno altre dieci persone infette”, ha detto. Quindi i test effettuati sono decisamente troppo bassi rispetto a quanto dovuto.

E indirettamente lo comferma pure Anthony Fauci, il virologo ingaggiato dalla Casa Bianca come capi della task force contro la pandemia. Di recente ha confermato che non tutto sta funzionando e che la situazione di alcuni Stati è grave. Tutto il contrario dio quello che afferma la Casa Bianca parlando di epidemia sotto controllo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Usa, le pesanti accuse di Obama: “Trump incompetente e meschino”

Stati Uniti, l’epidemia non molla e diversi stati pronti a chuiudere di nuovo

In effetti solo nelle ultime 24 ore sono stati registrati quasi 40mila nuovi casi e 2500 vittime. Per questo Fauci vorrebbe introdurre i ‘pool testing‘, cioè test su interi gruppi di persone in contemporanea per accertare più rapidamente i casi di contagio e isolarli.

lockdown Austin
Coronavirus, negli Stati Uniti la pandemia continua (Getty Images)

Intanto però in Florida e in Texas è scattato l’ordine di chiusura di tutti i bar, anche se per ora sono salvi i ristoranti e altri luoghi pubblici. Sono stati 9mila i nuovi casi in Florida in un solo giorno e più di 16 mila in tre giorni in Texas. Senza dimenticare la California, che deve decidere se riaprire le scuole. Paradossalmente sta meglio New York primo vero focolaio statuinitense, che il 6 luglil poitrebbe passare alla Fase 3.