Libia, gommone in avaria in mare aperto: 6 morti e 93 rimpatriati

Libia, gommone in avaria in mare aperto: 6 morti e 93 rimpatriati. A bordo c’erano anche 8 bambini e 20 donne che sono stati riportati indietro

Migranti Libia
Libia, gommone in avaria in mare aperto: 6 morti e 93 rimpatriati (Foto: Getty)

93 migranti sono stati recuperati in mare e portati in salvo durante la notte a largo della Libia. Tra di loro c’era anche una donna che ha partorito sul gommone prima di essere soccorsa, così come riferito dall’agenzia delle Nazioni Unite per la migrazione.

I sopravvissuti sono stati condotti nella città portuale di Khoms, 120 km a ovest della capitale Tripoli, punto di partenza del loro disperato tentativo di raggiungere le coste europee. A darne comunicazione l’International Organization for Migration (IOM) su Twitter. Purtroppo altri sei hanno avuto la peggio, perdendo la vita in mare, a causa dell’avaria riportata dall’imbarcazione durante il tragitto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, focolaio sulla nave dei migranti salvati dalla Sea Watch: 28 positivi

Libia, gommone in avaria in mare aperto: 6 morti e 93 rimpatriati

6 morti a largo della Libia
Libia, gommone in avaria in mare aperto: 6 morti e 93 rimpatriati (Foto: Getty)

Dopo la tragedia Alarm Phone, la piattaforma che aiuta il recupero dei migranti in pericolo, ha comunicato che le morti si sarebbero potute evitare con un intervento di soccorso tempestivo. La chiamata di emergenza era arrivata prima del precipitare della situazione. Tuttavia la “Mediterranea Saving Humans non è potuta intervenire visto che gli alleati Libici dell’Europa hanno prelevato i 93 superstiti in anticipo“. Purtroppo ciò non è bastato ad evitare che 6 persone avessero la peggio, oltre a costringere tutti gli altri a far ritorno al porto di partenza, abbandonando la speranza di raggiungere le coste europee. In totale tra di loro erano presenti 8 bambini (più quello nato sulla barca) e 20 donne.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Libia, dal 2 luglio il via ai negoziati per la modifica del memorandum