CONDIVIDI

L’enorme deserto di sale che si estende in terra boliviana è quanto mai suggestivo: la Salar de Uyuni è la più grande distesa salina del pianeta e offre un magnifico paesaggio.

Salar de Uyuni
Salar de Uyuni (photo screenshot da Twitter)

Situata a Sud Ovest della Bolivia, precisamente nelle Ande, la Salar de Uyuni è la più grande distesa salina del pianeta. La sua estensione, che raggiunge i quasi 11 mila Km quadrati, restituisce delle immagini suggestive, con la terra, in questo caso bianchissima, che riflette il cielo, in un’immaginario unico. La distesa salina si è formata a seguito della trasformazione di laghi preistorici e la sua particolarità si rispecchia nella presenza di un’enorme crosta di sale, la quale va a formare una distesa pianeggiante.

Ma la sua più interessante particolarità, questo paesaggio, la raggiunge quando sul luogo si verificano precipitazioni, le quali portano alla formazione di uno strato di acqua piovana. Tutto ciò rende il paesaggio unico: l’acqua va a trasformare la salina in un vero e proprio specchio, che riflette il cielo.

Leggi anche >>> Coronavirus, Bolivia: braccialetto elettronico per controllare i positivi

Salar de Uyuni: la più grande distesa salita del pianeta è in Bolivia

Salar de Uyuni
Salar de Uyuni (photo Getty)

Questa incredibile distesa, il cui paesaggio si può osservare da dall’isola centrale di Incahuasifunge anche da principale via di trasporto. Attraverso essa, si può attraversare l’altopiano boliviano, quello stesso altopiano formatosi a seguito del sollevamento delle Ande.

Inoltre, ciò che rende ancor più suggestivo il paesaggio, è il fatto che la distesa è abitata da diverse specie di fenicotteri. Soprattutto in novembre, a Salar de Uyuni è popolata da tre specie di fenicotteri sudamericani: la specie cilena, quella andina e i fenicotteri di James.

Fenicotteri
Fenicotteri (photo Pixabay)

Nel video, pubblicato su Twitter dal profilo Lucy Lu, è possibile vedere l’incredibile effetto derivante dall’acqua piovana che si poggia sulla distesa, trasformando il paesaggio in un enorme “specchio”.

Potrebbe interessarti anche: Messico, scoperto il più grande sito archeologico Maya della storia

F.A.