Coronavirus, in Colombia oltre 70mila casi: quarantena estesa al 15 luglio

Pochi minuti fa, il governo della Colombia ha comunicato che la quarantena verrà estesa fino al 15 luglio per contrastare l’emergenza Coronavirus

colombia coronavirus
Emergenza Coronavirus, in Colombia quarantena prolungata fino al 15 luglio (Getty Images)

L’emergenza Coronavirus continua ad avere il suo epicentro in America, con il sud del continente vittima principale. Il Brasile è il secondo paese al mondo per numero di contagi, ma anche i territori circostanti stanno affrontando un problema con ben pochi precedenti. La Colombia conta ad oggi oltre 73mila casi e 2400 decessi.

Per questo motivo, il presidente Iván Duque ha annunciato pochi minuti fa che la quarantena sarà estesa fino al prossimo 15 luglio. Una scelta presa per fronteggiare la pandemia, con la speranza di poter tornare gradualmente alla vita di sempre. “La decisione di prorogare il termine della quarantena è ufficiale” ha spiegato il presidente ai cittadini: “Nel frattempo, stiamo facendo progressi per la riapertura delle attività lavorative“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus: l’Inghilterra pronta a riaprire pub e ristoranti

Coronavirus, il presidente della Colombia assicura: “Ci saranno presto nuove misure”

colombia coronavirus
L’annuncio del presidente Iván Duque (Getty Images)

La situazione Coronavirus in Colombia continua ad essere particolarmente delicata, tanto da spingere il governo a prolungare la quarantena fino al 15 luglio. Per le città nelle quali i tassi di positivi sono particolarmente bassi, però, il presidente Iván Duque ha assicurato maggiori libertà. “Sono concessi ai sindaci progetti pilota per la riapertura di bar, ristoranti, chiese” aggiungendo che: “È però necessario che i numeri relativi alla pandemia siano fuori da ogni rischio“.

Il capo di stato si è poi rivolto ai cittadini colombiani più anziani, promettendo nuove misure per tutti coloro che hanno superato i 70 anni. “Miglioreremo la vostra qualità di vita, sappiamo bene che il vostro contenimento è stato maggiormente restrittivo” ha spiegato Iván Duque. In conclusione del suo discorso, il presidente ha chiesto ai cittadini un ultimo grande sforzo, prima di poter tornare a vivere regolarmente.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Coronavirus, la Germania torna a tremare: 500 mila persone in lockdown