Arrestato Emilio Fede: l’ex direttore del Tg4 ha evaso i domiciliari

Napoli, arrestato Emilio Fede: l’ex direttore del Tg4 si trovava in un ristorante a Napoli, quando le autorità lo hanno invitato a rientrare in albergo.

Emilio Fede
Emilio Fede arrestato a Napoli (photo Gettyimages)

Si trovava al ristorante con sua moglie, Diana De Feo, quando Emilio Fede è stato arrestato dai Carabinieri, che lo hanno invitato a ritornare in albergo. Come riporta Il Mattino, le autorità hanno fermato l’ex direttore del Tg4 in un ristorante del lungomare di via Partenope dove il giornalista si era recato per festeggiare i suoi 89 anni, che compirà il prossimo 24 giugno.

L’ex direttore del telegiornale era arrivato direttamente da Milano, dove stava scontando gli arresti domiciliari. Infatti, da quanto si apprende, sei carabinieri in borghese si sono immediatamente recati sul posto, invitandolo a lasciare il ristorante.

Leggi anche >>> Napoli, barbiere accoltellato da un cliente: voleva sedersi senza prenotazione

Emilio Fede: l’accusa di evasione

Emilio Fede
Emilio Fede (photo Gettyimages)

Come riporta Il Mattino, l’accusa per l’ex direttore del Tg4 è quella di evasione dagli arresti domiciliari. Emilio Fede, infatti, ha lasciato la sua abitazione di Milano, per recarsi a Napoli, dopo aver scontato soli sette mesi di pena. L’ex direttore, invece, doveva scontare altri 4 anni di servizi sociali.

Come riporta il sito FanPage, il giornalista si trova agli arresti domiciliari dopo la condanna, in via definitiva, a quattro anni e sette mesi, per il caso “Ruby bis”. Da quanto si apprende, il tribunale milanese aveva accolto, lo scorso ottobre, l’istanza che chiedeva di non trascorrere la pena in carcere, bensì a casa, a causa di alcune patologie di cui soffre il giornalista.

I reati che erano stati contestati all’ex direttore del Tg4 sono quelli di favoreggiamento della prostituzione. Quest’accusa fa seguito alle indagini sulle serate nella villa dell’ex Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi.

Potrebbe interessarti anche: Messe vietate, Berlusconi:”Scelta poco responsabile e persecutoria”

F.A.