Caso Palamara, il magistrato: “Farò tutti i nomi del sistema”

Caso Palamara, il magistrato svelerà tutti i nomi di coloro che costituivano il sistema di corruzione nel Csm: “Non sono capro espiatorio”

caso palamara
Luca Palamara (Getty Images)

Proseguono le indagini legate al caso di Luca Palamara, il pubblico ministero ex presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, dalla quale è stato espulso dopo l’accusa di corruzione. Palamara, venuto alle cronache anche per le intercettazioni riguardanti la figura di Matteo Salvini, dovrà esser ascoltato per chiarire la sua posizione. Nel frattempo il magistrato si scaglia contro i suoi colleghi, sentendosi il capro espiatorio di un sistema nel Consiglio Superiore della Magistratura volto a pilotare le nomine. “Le decisioni vanno rispettate, ma impugnerò la decisione davanti all’assemblea generale dall’Anm, chiedendo di essere ascoltato per esprimere le mie ragioni. Voglio dimostrare la mia innocenza in tutte le sediha dichiarato a Omnibussu La7

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Caso Palamara, Mattarella: “Sconcertato, riforma Csm ma non scioglimento”

Caso Palamara, il magistrato accusato di corruzione: “C’è un sistema, farò tutti i nomi”

caso palamara
Tribunale, foto generica (photo Getty Images)

Luca Palamara, coinvolto nello scandalo della magistratura, non ci sta e attacca i suoi colleghi: “Non ci sto a fare da capro espiatorio, mi prenderò le mie responsabilità ma non voglio disparità di trattamento. Non è un caso che riguarda solo me, ma c’è un sistema, di cui ho fatto parte, che ha fallito. Non l’ho inventato io, sono stato inghiottito. Non ho mai preso soldi per le nomine“. L’ex presidente dell’Anm, ospite ad Omnibus, prosegue: “Farò tutti i nomi dei componenti del sistema, ma non per un discorso di correità, ma per dimostrare il mio ruoloì.

LEGGI ANCHE >>> Mattarella: “La magistratura recuperi credibilità, gravi distorsioni nel Csm”