Soldi al M5S dal Venezuela, presunti finanziamenti a Casaleggio: i dettagli

Secondo il quotidiano spagnolo ‘Abc’ il M5S avrebbe percepito soldi dal governo del Venezuela, tramite Nicolàs Maduro. I dettagli dell’inchiesta

soldi m5s venezuela
Beppe Grillo sapeva già tutto? (Getty Images)

Il clima nel Movimento 5 Stelle è sempre più teso.  Come se non bastassero le divergenze interne e quelle con gli alleati di governo, ora all’interno del partito è scoppiata una vera e propria bomba. La notizia di questa mattina, riportata dal quotidiano spagnolo ‘Abc‘,  riguarda dei presunti finanziamenti ricevuti nel 2010 dal Venezuela, con 3,5 milioni in contanti consegnati da Nicolàs Maduro, attuale presidente del Paese sudamericano e Ministro degli Esteri del governo Chavez all’epoca dei fatti. Abc, citando un documento dell’intelligence venezuelana, pubblicandone anche una foto, sostiene che i soldi siano stati inviati in una valigetta direttamente a Gianroberto Casaleggio a Milano. Il denaro sarebbe servito proprio per finanziare segretamente il neonato Movimento, fondato proprio da Casaleggio e Beppe Grillo un anno prima.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> M5S, acceso scontro Di Battista-Grillo via Twitter: clima teso

M5S, soldi dal Venezuela nel 2010 a Casaleggio: “Falsità, sempre stati trasparenti”

Nicolas Maduro, presidente del Venezuela

Ovviamente sono arrivate immediatamente le smentite e il contrattacco da parte del Movimento 5 Stelle, tramite le parole di Davide Casaleggio, figlio di Gianroberto, scritte sul ‘Blog delle stelle‘. ” Il MoVimento è stato sempre finanziato in modo trasparente e siamo gli unici che hanno sempre pubblicato i bilanci nel dettaglio, ben prima che fosse previsto dalla legge. Non abbiamo mai ricevuto finanziamenti occulti, è una fake news smentita anche dal governo venezuelano“.

Casaleggio difende la figura di suo padre: “Lui non è mai stato in Venezuela. Finché è stato in vita avrebbe potuto difendersi da solo, ma ora non permetterò che venga infangato il suo nome“. Le smentite sono arrivate anche da parte dell’ambasciata venezuelana a Roma, che all’Ansa ha affermato: “E’ una informazione falsa e assurda, agiremo per vie legali”. Secondo il quotidiano spagnolo il Venezuela avrebbe aiutato il M5S affinché si facesse “promotore di un movimento di sinistra rivoluzionario e anticapitalista in Italia“. 

LEGGI ANCHE >>> Eurogruppo, Crimi smentisce: “M5S non voterà a favore del Mes”