Covid-19, protesta degli infermieri in 40 città italiane: “Poca riconoscenza”

Questa mattina in circa 40 città italiane c’è stata la protesta degli infermieri, gli “eroi” nella lotta contro il Covid-19: “Poca riconoscenza, il governo ci ascolti”

protesta infermieri
La protesta degli infermieri a Brescia (Foto Twitter)

Li abbiamo ammirati, ringraziati nei mesi più caotici dell’emergenza Covid-19 e chiamati “eroi“, ma ora gli infermieri scendono in piazza per protestare. Questa mattina, infatti, la categoria degli operatori sanitari ha organizzato dei flash mob, con palloncini rossi e braccia conserte in senso di disapprovazione verso i provvedimenti del governo. Le manifestazioni sono state organizzata dal ‘Movimento nazionale infermieri‘. “Ci hanno chiamato eroi e applauditi dai balconi, ora vogliamo essere ascoltati dal governo” gridano a gran voce i manifestanti. Tra le richieste quella che si istituito un comparto separato e un maggiore riconoscimento economico della professione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, oltre 600 infermieri morti nel mondo a causa del virus

Covid-19, la protesta degli infermieri in 40 città d’Italia: flash mob e braccia conserte per farsi sentire

protesta infermieri
Coronavirus, la forto che ha commosso l’Italia (Websouce)

Questa mattina in circa 40 città italiane si sono tenuti dei flash mob di protesta da parte degli infermieri, tra i maggiori protagonisti della lotta al Covid-19 da fine febbraio in poi. Gli operatori sanitari hanno sono scesi nelle piazze. manifestando con palloncini rossi e braccia conserte, per chiedere maggiore riconoscimento dei diritti, soprattutto dopo l’emergenza della pandemia. Tra le città coinvolte nel flash mob ci sono Milano (Piazza Duomo), Roma (Piazza del Popolo), Firenze, Napoli, Palermo, Cagliari e Brescia, una delle più segnate dal virus.

Le manifestazioni sono proseguite tutta la mattinata tra parole come “non possiamo essere considerati solo durante una pandemia” o “il Covid vi ha fatto accorgere di quanto ci impegniamo tutti i giorni“. Tra le richieste del Movimento nazionale degli infermieri anche l’attivazione di nuovi corsi di Laurea Magistrale nei diversi settori clinici, il riconoscimento contrattuale delle specializzazioni infermieristiche e la formazione post laurea. I manifestanti hanno indossato una mascherina bianca con una scritta “infermieri” in rosso.

LEGGI ANCHE >>> Ascoli Piceno, arrestato infermiere per omicidi in Rsa