Bonus 1000 euro, al via le richieste: come ottenerlo e a chi spetta

0

Da oggi lunedì 15 giugno sono aperte le richieste per il contributo a fondo perduto riservato a piccole e medie imprese. Come ottenerlo e a chi spetta

bonus 1000 euro
Bonus 1000 euro, da oggi al via le richieste (Pixabay)

A seguito dei gravi danni subiti da piccole e medie imprese a causa dell’emergenza Coronavirus, il Governo ha stanziato un contributo a fondo perduto. Le richieste sono aperte da oggi lunedì 15 giugno, ma c’è tempo fino al 13 agosto. Entro meno di due settimane dall’inoltro della richiesta, l’Agenzia delle Entrate dovrebbe erogare il bonus sul conto corrente indicato.

Per ottenerlo, l’iter da seguire è molto semplice. Sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono disponibili alcuni documenti utili per i richiedenti. Tra questi, si possono trovare i requisiti minimi per richiedere il bonus 1000 euro, il modello e le istruzioni da seguire in via telematica per far sì che la richiesta vada a buon fine.

Nello specifico, per fare domanda sarà possibile usufruire di un software o del canale telematico Entratel/Fisconline. In alternativa, si può accedere all’area “Fatture e Corrispettivi” dal sito dell’Agenzia delle Entrate.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> App Immuni, il servizio è attivo in tutta Italia: dove scaricarla e come funziona

Bonus 1000 euro, i requisiti per richiederlo

bonus 1000 euro
Ufficio dell’Agenzia delle entrate (via WebSource)

Per richiedere il bonus 1000 euro, esistono essenzialmente due requisiti fondamentali di cui tenere conto. Il primo è il ricavo complessivo del 2019 (che non deve superare i 5 milioni di euro), il secondo riguarda i cali degli introiti rispetto allo scorso anno. Nello specifico, le entrate di aprile 2020 devono essere di due terzi inferiori rispetto a quelle del 2019. Da questi valori, l’Agenzia delle Entrate si occuperà di calcolare a quanto ammonta il contributo a fondo perduto, istituito per piccole e medie imprese, ma anche per partite Iva e titolari di reddito agrario.

Partendo dal presupposto che il bonus non sarà inferiore ai 1000 euro per le singole persone e 2000 euro per le imprese, l’Agenzia delle Entrate calcolerà in questo modo il contributo che spetta ad ogni richiedente. Tenendo a mente la differenza tra il fatturato di aprile 2020 e 2019, l’impresa riceverà il 20% se i ricavi del 2019 non superano i 400mila euro, 15% se non superano 1 milione di euro e 10% se non superano 5 milioni di euro.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Meteo, ciclone in azione: rischio grandinate nelle prossime ore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui