Usa, cresce la tensione: Nato intercetta 290 caccia russi in un anno

Negli Usa cresce la tensione nei cieli. Infatti in un anno, la Nato è risucita ad intercettare ben 290 aerei caccia russi.

Usa Tensione
Caccia russi in volo su Mosca (via Getty Images)

Una provocazione dietro l’altra e negli Usa cresce la tensione. E’ così che sembra ricominciata una sorta di “guerra fredda” tra Usa e Russia, con gli aerei caccia russi che durante l’annno hanno sorvolato molto spesso i confini americani. Nonostante ciò il delicato equilibrio delle potenze militari continua a resistere, nonostante le continue provocazioni provenienti da Mosca.

A tranquillizzare il popolo ci hanno pensato proprio Washington e Mosca, dopo un comunicato pubblicato nella giornata di mercoled’. Infatti nel comunicato è documentato un incontro tranquillo avvenuto al largo dell’Alaska. Qui due bombardieri nucleari russi, Tupolev Tu-95 MS “Bear”, si sono affacciati al confine dello spazio aereo statunitense. Così per parte della missione sono stati accompagnati da alcuni caccia intercettori Usa F-22 “Raptor”, assistiti da un aereo radar Awacs e da aerei cisterna KC-130 Stratotanker.

A documentare l’incontro ci ha pensato la tv russa Ria e il Comando della difesa del nord America (Norad).

Usa, Washington smorza la tensione: “Semplice volo di esercitazione”

Usa tensione
Washington tranquillizza il popolo americano (Getty Images)

A tranqullizzare il popolo americano ci ha pensato proprio il Norad. Infatti il Comando della difesa americano ha annunciato che: “Gli aerei militari russi sono rimasti nello spazio aereo internazionale e non sono mai entrati in quello statunitense“.

La Russia invece ha addirittura postato il video su Youtube, precisando che il volo fa parte della Missione di 11 ore sopra le acque del mare di Chukchi, Bering e Okhotsk e su parte settentrionale del Pacifico. 

Il comandante del Norad, Terrence O’Shaughnessy, invece ha affermato che l’episodio: “Serve a indicare la preparazione dei comandi aerei nella difesa del Paese, 24 ore su 24, 365 giorni all’anno. Una missione che però ha combaciato con il volo dei caccia americani sul Mar Nero protetti da caccia turchi, romeni, polacchi e ucraini.

Così gli incontri ravvicinati tra le due potenze militari stanno diventando sempre più frequenti, aumentando al possibilità di incidenti aerei. Proprio per questo motivo sta crescendo la tensione tra i due paesi, con i caccia russi accusati di speculare sulle missioni della Nato. Allo stesso tempo, però, gli accordi internazionali impediscono alla Nato di allargarsi all’Est nonostante le adesioni di Georgia ed Ucraina e ciò non fa altro che aumentare il clima di tensione tra i due paesi.

L.P.

Per altre notizie di Cronaca Estera, CLICCA QUI !