Coronavirus, a Bergamo il 57% è positivo: lo dicono i test sierologici 

Coronavirus, il 57% della popolazione è positiva. E’ questa la proporzione che emerge in base ai primi test sierologici effettuati in massa sui cittadini. 

Coronavirus Bergamo
Raddoppiati il numero di decessi nella città orobica (photo Gettyimages)

Il 57% dei bergamaschi è infetto. E’ questa la proporzione fornita dall’Ats Bergamo e che emerge dopo i primi test sierologici effettuati in massa in città. A sottoporsi alla verifica sanitaria sono stati 20.369 persone, di cui 9.965 cittadini e 10.404 sanitari.

Coronavirus
(Getty Images)

Coronavirus, ecco la situazione a Bergamo

Non è ovviamente un dato ineccepibile considerando i 120.000 abitanti nella città bergamasca, ma è senz’altro un indice che inquadra molto verosimilmente il triste quadro di una delle città più afflitte di tutte dall’emergenza coronavirus.

Per quanto riguarda invece il personale sanitario, la percentuale dei contagiati scende al 30%. I dati studiati vanno dallo scorso 23 aprile al recente 3 giugno, in attesa di nuovi aggiornamenti attesi almeno sette giorni.

Potrebbe interessarti anche —–> Guanti, l’Oms li sconsiglia: “Può aumentare il rischio contagio”

La Lombardia, del resto, continua a pagare dazio e a soffrire da questa situazione. Sui 280 nuovi positivi di oggi, per esempio, ben 194 arrivano appunto dal territorio lombardo. Più della metà. Proprio come accaduto anche ieri: su 97 nuovi casi, 125 arrivavano dalla stessa località.

Per quanto la pressione sulle terapie intensive si sia allentata e per quanto il numero totali di decessi sia nettamente calato, la situazione resta tutt’ora difficile. Ecco perché non tutti sono apparsi convinti della riapertura della Lombardia a partire dallo scorso 3 giugno. Per tanti, infatti, c’è così il rischio di innescare nuovi focolai nell’intero stivale.