Pete Rademacher è morto, chi era il pugile col record imbattibile

Pete Rademacher è morto. Il leggendario pugile che ha unito il suo nome alla storia della disciplina si è spento poche ore fa. 

Pete Rademacher morto, guantoni
Pete Rademacher morto, guantoni (via Pixabay)

Thomas Peter “Pete” Rademacher è stato uno dei pugili più interessanti ed importanti della storia dello sport. Nato a Tieton, USA, il 20 novembre 1928 e morto appena giovedì 4 giugno 2020, è uno dei nomi più interessanti del mondo della box. Pete partì dal basso, dal bassissimo, e si fece un nome con una velocità incredibile. I suoi pugni erano incredibilmente pesanti e subito il suo nome si diffuse in tutto il mondo. Tanto che ottenne con una velocità pazzesca una possibilità con l’allora campione dei pesi massimi, Patterson. Nei primi due round sembrava anche star vincendo, ma alla fine il campione difese il suo titolo e Pete dovette arrendersi al pugile più forte del suo tempo.

LEGGI ANCHE —> Topo morto nei fagioli, scoperta shock dopo aver aperto la lattina – FOTO

Pete Rademacher è morto, chi era il pugile col record imbattibile

L’uomo ottenne un match contro il campione dei pesi massimi per la cintura in tempi velocissimi. Precisamente quello è stato il suo primo match ufficiale. Un record che nessuno ha mai avuto prima e che nessuno potrà mai avere, dato che non sono ammessi pugili non già nel circuito per lottare per la cintura dei pesi massimi. Insomma un record che non può essere battuto quello del pugile americano, che si è spento pochi giorni fa. A dare l’annuncio della morte di Pete Rademacher è stata la famiglia, che ha anche annunciato che il cervello del 91enne sarà donato alla scienza.

LEGGI ANCHE —> Siena, 20mila euro di cocaina distrutti da un cinghiale: cos’è successo