CONDIVIDI

Incidente mortale sulla A1, dopo i primi riscontri è stato arrestato il padre dei due bambini morti nel tragico schianto di ieri

incidente a1 arrestato autista
Incidente dalla A1, arrestato il padre dei due bimbi morti (Twitter)

Tragico incidente mortale sulla A1, nelle ultime ore la polizia stradale ha arrestato un 30enne sinti. Era lui al volante dell’auto che avrebbe provocato lo schianto, uccidendo due dei suoi figli (12 anni e 10 mesi). Inoltre sono morti anche i loro nonni, di 50 e 52 anni. In tutto sulla Volkswagen Sharan, risultata partita dalla Romania, viaggiavano in otto anche se è omologata per sette passeggeri.

In base alle prime ricostruzioni, derivanti dalle telecamere presenti sull’autostrada, la dinamica sembra chiara. Il tir contro il quale la Sharan ha impattato era fermo in una piazzola di sosta. Improvvisamente la monovolume ha cambiato traiettoria (ma prima secondo alcuni testimoni zigzagava), andando a centrare il camion. Chi era seduto sul lato destro, nell’impatto non ha avuto nessuno scampo.

Poi l’auto ha continuato la sua corsa, andando ad urtare un’altra auto, schiacciata su guard-rail. Mentre l’autista della Sharan non ha riportato ferite, la moglie è in gravi condizioni all’ospedale di Siena. Ricoverata all’Infantile Meyer di Firenze invece la figlia più grande della coppia, così come la gemellina del bimbo piccolo deceduto. Le loro condizioni non sembrano preoccupare.

Nonostante i soccorsi, il bilancio dell’incidente è pesante (Twitter Vigili del Fuoco)

La famiglia sinti non ha un domicilio fisso in Italia, ma è stato acceertato che il viaggio era partito in Romania. Quindi è possibile che alla base dello scontro fatale ci sia stato un colpo di sonno oppure una distrazione fatale. Tutti gli occupanti dovevano raggiungere Napoli, ma  all’altezza di Arezzo il viaggio è stato interrptto tragicamente

L’arresto è stato deciso in base alla legge sull’omicidio stradale nonostante il conducente sia risultato negativo all’alcol test o all’assunzione di droghe. L’uomo sarà interrogato dal pm Roberto Rossi che subito dopo l’incidente era già lì per i primi riscontri. Lunedì 8 ad Arezzo è in programma l’udienza per la convalida o meno del provvedimento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Modena, incidente stradale tra auto: muore un giovane

Tasso alcolemico alle stelle, fermato e multato un 52enne vicino a Bergamo

Molto meglio è andata ad un altro padre che era alla guioda di una vettura, Un 52enne bergamssco nel pomeriggio di oggi, 6 giugo, è stato fermato per un normale controllo dai Carabinieri di Clusone. I militari dell’Arma avevano notato la sua Renault Clio che viagggiava a zig-zag senza apparente motivo E così hanno deciso di fermarlo per accertamenti.

Etilometro, i livelli dell’alcol erano altissimi (Getty Images)

Alla prova dell’etilometro, la conferma. La macchinetta ha fatto registrare un tasso alcolemico di 3,52 mg/l, contro gli 0,80 mg/l previsti come limite dalla legge. Di fronte alla richjiesta di spiegazioni, il guidatore ha detto di avere solo bevuto un caffè corretto. Ma l’alto tasso di alcol nel sangue sembra testimoniare altro. In ogni caso è scattata la denuncia a piede libero con sequestro del veicolo, rititro della patente e decurtazione di 10 punti. Con lui in macchina c’erano la moglie del conducente e i due figli minori.