Codogno, effettuato il tampone sul caso sospetto: i risultati

Coronavirus, Codogno: effettuato il tampone sul caso sospetto presentatosi questa mattina in Pronto Soccorso.  

Ospedale Codogno
Ospedale Codogno (photo Gettyimages)

Codogno: l’ospedale ha effettuato il tampone sul caso sospetto che si era presentato questa mattina al Pronto Soccorso, riaperto dopo oltre cento giorni. Come riporta Open, i risultati del test hanno dato esito negativo, diversamente da come era stato precedentemente riferito. In tutto, come leggiamo dalla fonte, sono sette le persone che si sono recate al Pronto Soccorso, riaperto questa mattina.

Tra le sette persone che hanno raggiunto l’ospedale, solo una persona è risultata positiva. Si tratta di una signora, trasferita in Pronto Soccorso da una Rsa, che presentava già problemi di anemia e e con CoVid-19 conclamato. Infatti, da quanto si apprende, il tampone ha solo confermato quanto già si sapeva. Tutti gli altri casi, sono invece risultati negativi.

Leggi anche: Coronavirus, fare il bagno non è rischioso: lo assicura l’Iss

Codogno: tampone negativo per il caso sospetto

Sergio Mattarella a Codogno
Sergio Mattarella a Codogno (photo Gettyimages)

Come riporta Open, il Pronto Soccorso di Codogno era stato chiuso nella notte tra il 20 e il 21 febbraio. La chiusura è avvenuta a seguito dell’accertamento e successivo ricovero, di Mattia, il cosiddetto “Paziente 1”. Proprio in occasione della riapertura odierna, il Comune ha organizzato una cerimonia con la presenza delle autorità locali.

Come apprendiamo dalla fonte, la riapertura del Pronto Soccorso avviene a due giorni dalla Festa della Repubblica, giornata in cui il Presidente Sergio Mattarella si era recato proprio nel luogo-simbolo dell’emergenza italiana.

La visita del Presidente Mattarella al Comune di Codogno è stata registrata e resa pubblica sul profilo Twitter del Quirinale. Com’è possibile vedere dalle immagini, il Presidente ha percorso gran parte delle vie del Comune, fermandosi poi a dialogare con le autorità locali.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, le parole del premier Conte sulla ripartenza

F.A.