CONDIVIDI

La disoccupazione in Italia, secondo i dati mostrati dall’Istat, è a livelli altissimi: solamente ad aprile si è avuto un calo di oltre 200mila occupati. Lo studio

coronavirus regioni riapertura

Sono molto preoccupanti i dati mostrati dall’Istat in merito alla situazione sull’occupazione in Italia. Solamente nel mese di aprile gli occupati sono diminuiti di 274 mila unità.

Questi dati illudono, però, in merito al tasso di disoccupazione che passa dall‘8% al 6,3%. Queste percentuali sono elaborate in base alle persone che cercano lavoro e non lo trovano sul totale della popolazione attive. C’è da questo punto di vista un crollo importante visto che le persone in cerca di un impiego calano del 23,9% con un -484 mila unità. Le persone inattive dunque, quelle che non hanno un lavoro e non lo cercano nemmeno, aumentano di 746 mila unità.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus, a Londra al via sperimentazione con ibuprofene

Disoccupazione, cala il numero di persone in cerca di lavoro

Lavoro

In un mese il numero di donne in cerca di lavoro è calato del 30,6% mentre del 17,4% per gli uomini. La percentuale di occupati invece cala in maniera abbastanza simile, -1% con il -1,5%.

Riguardo alla posizione professionale, il crollo maggiore è avvenuto tra i dipendenti. Sono 205 mila unità ad aver perso il lavoro contro i 69 mila lavoratori indipendenti che hanno cessato le proprie attività.

Va sottolineato il drastico calo degli occupati a termine: 129 mila unità rispetto ai 76 mila dei cosiddetti impiegati a tempo indeterminato.

LEGGI ANCHE—> Roma, due detenuti evadono dal carcere di Rebibbia: come hanno fatto