CONDIVIDI

Beautiful, 30 anni in Italia: tutti i numeri da record della soap che ha debuttato in Rai nel 1990 per approdare poi a Mediaset

Beautiful Ridge Brooke
Katherine Kelly Lang e Thorsten Kaye, sono Brooke e il nuovo Ridge (Getty Images)

Beautiful, 30 anni in Italia anche se in realtà le riprese e le prime puntate sulla Cbs americana risalgono al 1987. Ma è comunque un compleanno da festeggiare per la soap più longeva nella storia recente della tv. Anche perché la rete ha già rinnovato il contratto per altri due anni e non c’è nesasun dubbio che andrà avanti a lungo.

I numeri sono impressionanti e fotografano bene un fenomeno amatissimo da milioni di fans in tutto il mondo. Nei 33 ani di ripresde di ‘The Bold and the Beautiful‘ (il titolo originale) ben 100 matrimoni. E almeno un decimo hanno visto come protagonisti Ridge e Brooke, il vero fil rouge da sempre della trama. In più 22 personaggi morti, anche se 3 miracolosamente sono tornati, e 22 bambini nati a vario titolo. In tutto 8.300 puntate che ricominceranno con gli attori sul set a fine mese negli Usa.

La prima assoluta in Italia, il 4 giugno del 1990 quando il nostro pubblico ha cominciato a conoscere i Forrester e i Logan. Non i nuovi Capuleti e Montecchi, anche perché a scrivere i copioni non c’è Shakespeare, ma tanto basta per attrarre. Del cast iniziale del 1987 sono rimasti solo due attori: John McCook (Eric Forrester) e Katherine Kelly Lang (Brooke Logan), vista anche in Italia come concorrente a ‘Ballando con le Stelle’. Insieme a Susan Flannery (Stephanie Forrester) e Ronn Moss (Ridge Forrester), che hanno lasciato il cast otto anni fa,  le colonne della soap.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>

Beautiful era arrivato su Rai2 poco prima dei Mondiali di calcio di Italia 90. Subito dopo pranzo, come è ancora oggi, sembrava solo una scommessa. Ma fin da subito aveva messo insieme 6 milioni di telespettatori a puntata, tanto che l’acquisto da parte di Mediaset era stato un colpaccio. Dal 1994 è fisso su Canale 5 nella fascia subito dopo il Tg5 delle 13, anche se negli ultimi tempi le puntate sono swempre più corte e tagliate male.

In ogni caso la media degli spettatori sfiiora i 3 milioni (35 milioni in tutto il mondo) e il prodotto è venduto in oltre 100 Paesi  diventando un fenomeno di costume. Bradley Bell, produttore esecutivo e capo sceneggiatore, porta avanti il progetto nato con i suoi genitori: “Sono molto orgoglioso che la serie duri in Italia da 30 anni. Credo che abbiamo creato una sorta di famiglia allargata per i nostri telespettatori. Ed è difficile trovare cose nella vita su cui contare”.

Beautiful Liam
Scott Clifton dal 2010 è Liam Spencer (Getty Images)

Il tema portante è da sempre quello della moda, nella Los Angeles del glamour. Ma accanto a questo sono stati toccati argomenti come Aids e transgender, eutanasia e abusi sui minori, violenze familiari efamiglie allargate. Ecco perché piace, da sempre.