CONDIVIDI

Sardegna, Solinas fa retromarcia: Per venire basta una prenotazione”. E scatta anche il bonus per tutti i turisti che si sottoporranno al test Covid-19

Vacanze Sardegna
Sardegna, Solinas fa retromarcia: “Per venire basterà una prenotazione” (Foto: Getty)

Dopo le dichiarazioni di chiusura e le polemiche con la Lombardia, il governatore della Regione Sardegna, Christian Solinas, ha deciso di ammorbidire le proprie posizioni. Nessun blocco al turismo, anzi un incentivo per chi sceglierà le spiagge più belle d’Italia anche in questa difficile estate.

Non servirà nessun passaporto sanitario, nè visti medici speciali, ma una semplice prenotazione.

Per venire in Sardegna tutti i turisti potranno prenotare e verranno accolti a braccia aperte”.

Poi prosegue: “Con il governo stiamo cercando di approntare un modello sicuro per garantire al meglio tutte le persone che verranno a trovarci. Stiamo discutendo della necessità di fare un test garantito dallo Stato per escludere la propria positività“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19 Sardegna, Solinas: “Senza certificato niente imbarco”

Sardegna, Solinas fa retromarcia: “Per venire basta una prenotazione”

Christian Solinas
Sardegna, Solinas fa retromarcia: “Per venire basta una prenotazione” (Foto: Facebook)

Per chi però si sottoporrà al famoso test Covid-19, Solinas vuole regalare un bonus da poter spendere durante la vacanza. “Stiamo pensando di riconoscere un piccolo voucher, da poter utilizzare durante la permanenza estiva”.

In più il governatore aggiunge che verrà effettuata “una registrazione all’ingresso con un piccolo questionario epidemiologico”.

Abolita però la quarantena all’arrivo dopo il 3 giugno, per tutti i voli domestici.

Nel frattempo sono arrivate le scuse da parte di Sala, per i malintesi dei giorni scorsi.

Il sindaco di Milano ha detto: “Con la Sardegna ho sbagliato. Sono stato troppo ruvido e chiedo scusa. Il mio ‘me ne ricorderò’, completamente sbagliato nella forma, era comunque rivolto alla politica sarda”. Si chiude così la querelle che aveva coinvolto i vertici meneghini e Solinas nei gironi scorsi, a proposito dei test a cui si sarebbero dovuti sottoporre i turisti lombardi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “Covid-19 scomparso”. Il primario Zangrillo chiarisce: “Ecco cosa intendevo”