CONDIVIDI

Continuano le proteste per la morte di George Floyd, ragazzo afroamericano vittima della polizia. A New York arrestata la figlia del sindaco De Blasio.

Morte Floyd
Continuano le proteste negli Usa (getty Images)

Continuano le proteste negli Stati Uniti dopo la morte di George Floyd. Il decesso del ragazzo per mano della polizia, molto rpobabilmente è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Infatti il popolo americano si è unito, per abbattere il razzismo ancora vivo negli Usa. Proteste che si accendono in tutte le città americane, e rafforzate soprattutto dopo l’ultima uscita del presidente Trump, che si schiera da parte della polizia, dandogli pieni poteri.

A Minneapolis per far ristabilire una certa calma ci sono voluti ben 13.000 soldati della Guardia Nazionale. Ma il clima di tensione cresce in tutta america. Focolai di rivoltosi si sono accesi a Washington, Los Angeles, New York e Philadelphia. Continuano così in molte città le proteste dopo la morte di George Floyd.

Proprio nella capitale, alcuni manifestanti sono riusciti ad accendere un piccolo incendio dinanzi alla Casa Bianca. I servizi segreti che proteggono Trump, hanno dovuto far trasferire il tycoon nel bunker di emergenza sotto la Casa Bianca. Durante l’operazione, per motivi di sicurezza, sono state spente tutte le luci dell’abitazione.

A Los Angeles, invece, nella contea di Santa Monica è stata presa d’assalto la via principale dello shopping losangelino. Infatti qui i manifestanti hanno distrutto le vetrine saccheggiando i negozi di abbigliamento sposrtivo.

Morte Floyd, continuano le proteste a New York: arrestata la figlia del sindaco

Morte Floyd
Arrestata la figlia di De Blasio (Getty Images)

Mentre invece durante le rivolte a New York, la polizia ha arrestato Chiara de Blasio, figlia del sindaco della Grande Mela. La 25enne, infatti, è stata presa d’arresto durante le proteste in una via di Manhattan. A riportare la notizia ci ha pensato proprio il New York Post.

La polizia ha preso in arresto la 25enne dopo un assembramento illegale tra la 12ma strada e Broadway. Successivamente, proprio in quella via si sono scatenati alcuni tafferugli. Durante gli scontri erano state bruciate anche alcune auto delle forze di sicurezza.

Ma nella Grande Mela non è stata arrestata solamente la figlia del sindaco, ma anche due avvocati. I due legali sono stati fermati dopo degli attacchi con molotov a un’auto della polizia. I due lagali in questione sono Urooj Rahman, 31 anni, legale per i diritti umani, e Colinford King Mattis (32), laureato nella prestigiosa Princeton e socio di un famoso studio legale.

L.P.

Per altre notizie di Cronaca Estera, CLICCA QUI !