CONDIVIDI

App Immuni sarà disponibile per il download dal prossimo 3 giugno. Il Garante ha dato l’ok e sono state selezionate 4 regioni per iniziare i test. 

covid immuni dati
La nuova app si chiamerà “Immuni” (photo Gettyimages)

L’app Immuni sta per entrare nella fase successiva. Dopo mesi che se ne parla, ora si entra nel vivo della sperimentazione tecnologica tramite smartphone. L’applicazione permetterà a chi di dovere di aiutare il Governo a prevenire la diffusione del COVID-19 tenendo sott’occhio le interazioni sociali e le possibili condivisioni di aree tra malati e non. Il Garante delle Telecomunicazioni ha dato l’ok, l’app Immuni sarà disponibile in 4 regioni per la sperimentazione: Liguria, Puglia, Abruzzo e Marche. Nei prossimi giorni sarà interessante vedere la reazione della popolazione italiana all’applicazione e se la voglia di difendersi supererà lo scetticismo che continua a permeare le conversazioni attorno ad Immuni.

LEGGI ANCHE —> Sardegna, Solinas fa retromarcia: “Per venire basta una prenotazione”

App Immuni, dal 3 giugno disponibile negli store: 4 regioni scelte

L’app non sarà obbligatoria, ma la scelta di scaricarla sul proprio dispositivo sarà facoltativa. Come vi abbiamo già raccontato per il momento non è prevista nessuna tecnologia di geolocalizzazione. “Immuni” infatti si avvarrà della tecnologia bluetooth, con il quale comunicherà i dati necessari ai server appositi. Si è privilegiata queste tecnologia perché  funziona meglio nella comunicazioni tra più terminali posti in un ambiente relativamente ristretto. Quando il bluetooth si aggancia ad un altro dispositivo, significa che le due persone sono state in contatto.

LEGGI ANCHE —>  Fase 2 Piemonte, stop all’uso delle mascherine: il via dal 3 giugno