Di Maio: “Via al turismo dal 15 giugno, ma esigiamo rispetto all’estero” 

0

Luigi Di Maio prede posizione sul turismo. Il ministro annuncia la riapertura nazionale per i cittadini provenienti dall’estero e invoca l’UE per i Paesi che hanno chiuso le frontiere contro gli italiani. 

Luigi Di Maio
(Foto Getty)

Luigi Di Maio alza la voce. Il Ministro degli affari esteri, dopo chiusura delle frontiere da parte di alcuni Paesi europei nei confronti dell’Italia, si è lasciato a un grosso sfogo attraverso la propria pagina Facebook.

“Esigiamo rispetto”, tuona il politico. Il riferimento è nei confronti di nazioni come Croazia e Grecia che hanno riaperto ai turisti eccetto quelli italiani. Il Governo croato è poi tornato sui sui passi, mentre le Istituzioni elleniche non hanno derogato.

Di Maio apre al turismo e chiede rispetto all’estero

“Bisogna misurare sempre le parole e le azioni. Se qualcuno pensa di trattarci come un lazzaretto allora sappia che non resteremo immobili. La pazienza ha un limite”, scrive Di Maio. Aggiungendo: “E per carità, capisco anche la competizione tra singoli Stati, è legittima, a patto però che sia sana e leale”.

Di Mario ora chiede un intervento internazionale regolarizzare tali prese di posizioni: “Adesso sul tema della riapertura dei confini serve una risposta europea, perché se si agisce in maniera diversa e scomposta viene meno lo spirito Ue. E crolla l’Europa”. 

Potrebbe interessarti anche —-> Coronavirus, manifestazione a Roma: “Non esiste, è un disegno politico” 

Nel frattempo, riferisce, lui stesso si batterà con i suoi colleghi.
Incontrerà i rispettivi ministri di Francia, Germania, Slovenia e Grecia: “In questi incontri spiegherò ai miei colleghi che l’Italia dal 15 giugno è pronta a ricevere turisti stranieri e che agiremo con la massima trasparenza. La situazione interna, tutti i dati sui contagi, saranno sempre pubblici”.

Diversamente da altri contesti, Il Belpaese non opterà per una lista nera contenete i territori più afflitti dalla pandemia: “Spiegherò loro che non accettiamo black list e che noi non abbiamo nulla da nascondere, anzi. Abbiamo sempre agito con responsabilità e trasparenza e continueremo a farlo. Ma proprio per questo, appunto, ci aspettiamo rispetto. Viva l’Italia, non molliamo mai”.

Dobbiamo pianificare, pensare agli obiettivi da raggiungere per superare la crisi. Per muovere l’economia del nostro Paese, e supportare cittadini e imprese, è fondamentale sbloccare i flussi turistici con i Paesi esteri, abbassare le tasse ai cittadini e semplificare il codice degli appalti in modo da eliminare burocrazia inutile. Tutti i dettagli in questa intervista con Maurizio Costanzo. Abbiamo ripercorso anche alcuni momenti intimi della mia infanzia. Buona visione.

Pubblicato da Luigi Di Maio su Venerdì 29 maggio 2020

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui