CONDIVIDI

Calciomercato Inter, l’accordo con il PSG è solo una formalità. Mauro Icardi rimarrà a Parigi firmando fino al 2024. In cassa quasi 60 milioni

Antonio Conte, alla prima stagione alla guida dell'Inter
Mercato Inter, Antonio Conte ha risolto anche il problema Icardi (Getty Images)

Calciomercato Inter, l’accordo con il PSG è praticamente fatto, a 48 ore dalla scadenza formale. I parigini avevano tempo fino al 31 maggio per riscattare Mauro Icardi e lo faranno. Un’operazione complessiva da quasi 60 milioni di euro: 50 per il riscatto, più altri 7-8 di bonus che facilmente entrerano nelle casse nerazzurre.

Un piccolo sconto quindi, visto che il PSG avrebbe dovuto pagare 70 milioni. Ma anche una clamorosa plusvalenza perché l’attaccante argentino era andato a bilancio all’epoca per meno di 2 milioni di euro. E con questi soldi freschi, più quello che incasserà dalla cessione quasi certa di Lautario Martinez, l’Inter avrà risorse importanti per le entrate.

Icardi a Parigi ha appena festeggiato lo scudetto, anche se la stagione si è chiusa anzitempo. E ha concluso con 27 partite giocate su 28 realizzando 12 gol (Mbappé ne ha fatti 18) più altri 5 in Champions League. Un trofeo che in  realtà lui e i compagni potrebbero ancora alzare visto che sono qualificati per i Quarti di finale.

Mauro Icardi
Mauro Icardi resterà a Parigi (Getty Images)

In ogni caso anche per lui la fine di una lunga telenovela, con piena soddisfazione di tutti. Quando l’affare sarà definito e concluso, il bomber aergentino firmerà il nuiovo contratto con i rossoblu. L’ipotesi è quella di legarsi fino al 2024.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coppa Italia, si riparte: decise le date di semifinali e finale

Mercato Inter, da Tonali a Cavani e Vidal tutti gli affari secondo Ausilio

Mercato Inter, oggi il ds Piero Ausilio ha fatto il punto sulle trattaive che verranno, intervistato da Sky Sport. In primis la corsa per il bresciano Tonali, oggetto del desiderio per molti. Lui non ha negato che l’Inter vuole avere una profonda anima italiana e il centrocampista delle Rondinelle è elemento ideale per continuare questo percorso. Dipenderà però anche dalla richieste del presidente Cellino.

All’Inter non ionteressa il bomber tedesco Timo Werner: “Ci è sempre piaciuto ma non verrà. Ci sono vari motivi, conosco l’opinione del ragazzo e del suo entourage”. Dalla Bundesliga però potrebbe arrivare Cunha, che oggi gioca con l’Hertha Berlino e Ausilio conferma. Poi ci sono i cavalli di ritorno in Italia, come Cavani e Vidal. Il primo non è in cima alla lista degli acquisti perché attualmete i nerazzurri in avanti sono ampiamente coperti e aspettano ancora il vero Alexis Sanchez. “Vidal in questo momento non è un’opportunità. Il nostro centrocampo è forte e vogliamo migliorarlo attraverso la crescita di talenti come Barella e Sensi. E poi c’è Eriksen che ha solo bisogno di tempo.

Edinson Cavani
Edinson Cavani sarà nerazzurro? (Getty Images)

Poi ci sono i riscatti. Quello di Perisic rimane in ballo, ma con il
Bayern ne parleranno più avanti. Invece Nainggolan tornerà a Milano e popio insisme valutarenno cosa sia meglio fare. In ogni caso, con unmercato che dovrebbe durare fino alla prima settimana di ottobre, nessuna fretta: “Penso che si andrà per le lunghe e i fuochi d’artificio si faranno a settembre”.