Trump firma l’ordine contro i social: eliminata immunità legale

Donald Trump conclude la guerra contro i social media firmando un nuovo ordine. Eliminata l’immunità legale sui contenuti postati sui social.

Trump ordine
Il presidente americano firma l’ordine (Getty Images)

Una guerra lottata da un solo fronte, in cui ha vinto il potere, è il riassunto dello scontro tra Donald Trump ed il social media Twitter. Infatti al presidente americano non è andata giù la precisazione del social americano, che ricordava al tycoon di consultare le fonti delle notizie riportati.

Ancora una volta Trump ha sfruttato il suo potere per minare anche la libertà di uno dei mezzi più democratici, come i social media. Lo scontro è avvenuto ieri, quando Trump aveva annunciato il rischio di frode elottarale dopo che il governatore di San Francisco, insieme ad altri esponenti dei democratici, stavano valutando una possibilità di voto per posta a causa della pandemia.

Dopo l’accusa di Trump, il social Twitter aveva chiesto alo tycoon di verificare le fonti, scatenando la sua ira. A difesa di Twitter era sceso in campo anche Mark Zuckerberg. Il proprietario del colosso Facebook, aveva affermato che un eventuale provvedimento di Trump avrebbe minato la libertà di parola anche sul mondo social.

LEGGI ANCHE -> Trump, stretta sui social, arriva il decreto: la reazione di Zuckerberg

Trump, firmato l’ordine contro i social: tolta l’immunità legale sui contenuti

Trump ordine
Trump prende provvedimenti contro Twitter (Getty Images)

La firma di Trump sull’ordine contro i social network è arrivata in tempi record. Infatti, già nella giornata di ieri, dopo lo scontro tra il 45esimo presidente americano e Twitter, la portavoce della Casa Bianca, Kayleigh McEnany, aveva dichairato che era pronto un decreto per prendere provvedimenti contro i social.

Nella notte, appena finito di stilare il decreto, Trump ha subito firmato l’ordine, che vede l’abolizione dell’immunità legale sui contenuti postati nel mondo social. Il provvedimento preso da Trump sarà utile soprattutto durante i processi giudiziari contro le piattaforme social, che adesso non potranno più godere dell‘immunità legale. Vedremo se nelle prossime ore arriverà la risposta di Twitter sull’ordine firmato dal tycoon.

L.P.

Per altre notizie di Cronaca Estera, CLICCA QUI !