CONDIVIDI

L’OMS ribadisce ciò che dovrebbe essere già ovvio: il virus non è andato via

coronavirus Oms
(Getty Images)

Forse un po’ troppa superficialità, magari qualcuno pensa che il Covid-19 sia stato di passaggio e sia già andato via. Non è così, allerta l’OMS nella persona di David Navarro. Giuste le misure di sicurezza adottate finora: mascherine, distanziamento sociale, ma attenzione a non inciampare negli stessi errori della fase 1.

Si temono nuovi focolai, questa la preoccupazione più grande: il ritorno ad una fase 1.2. “Bisogna prepararsi all’eventualità”, avverte l’OMS, di questo passo si potrà fronteggiare qualsiasi altra ondata.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Coronavirus, l’Oms sospende test idrossiclorochina: “Non è sicura”

Vaccino, direttore aggiunto Oms: “Commercializzazione entro giugno 2021”

covid spallanzani Vaccino

Il direttore aggiunto dell’Oms, Ranieri Guerra, ha annunciato alcuni aggiornamenti sul tema vaccini. Come riporta l’agenzia di informazione Adnkronos, Ranieri Guerra ha sostenuto che al momento ci sono circa 80 candidati in fase di sviluppo in tutto il mondo. Tra questi, una piccola parte (cinque o sei) hanno già superato la prima fase, quella di verifica.

Ranieri Guerra, le cui parole sono state riportate da Adnkronos, ha tenuto a precisare che “se le cose vanno magnificamente bene”, dunque guardando la situazione con sguardo d’ottimismo, potremmo avere, entro il primo trimestre 2021 candidati molto seri. Questi ultimi, fa sapere Guerra, potrebbero entrare in commercio entro la fine del primo semestre, dunque, entro giugno 2021.