Morte George Floyd: arrestato il poliziotto che l’ha soffocato

Morte George Floyd: è stato arrestato Derek Chauvin. L’agente che ha soffocato l’afroamericano è stato recluso in attesa di approfondire le indagini. Il poliziotto è accusato di omicidio. 

George Floyd

Morte George Floyd: è stato arrestato il poliziotto che l’ha soffocato. Dopo essere stato immediatamente licenziato, Derek Chauvin – questo il suo nome – è stato anche recluso come informa l’agenzia Bloomberg.

george floyd
 (Getty Images)

Morte George Floyd, arrestato il poliziotto

Nel frattempo emerge una verità choc sulla vicenda: il poliziotto e l’afroamericano si conoscevano. A rivelarlo è stato Andrea Jenkins, vicepresidente del consiglio cittadino. Entrambi avevano lavorato per la sicurezza presso uno stesso night club, il Nuevo Rodeo. Un aggiornamento che potrebbe portare ora a clamorosi risvolti sulla vicenda.

L’agente, nel frattempo, è indagato per omicidio. I suoi tre colleghi sono accusati di favoreggiamento ma l’accusa nelle prossime ore potrebbe anche peggiorare. Di fatto hanno assistito alla scena senza opporsi, senza fermare il collega piegato per 9 minuti su un sospetto già ammanettato.

Potrebbe interessarti anche —-> Coronavirus, Messico: a Cancun soggiorni, pasti e auto gratis per rilanciare il turismo

Ed emergono retroscena sempre più inquietanti a proposito del profilo del poliziotto. L’uomo, infatti, è stato spesso denunciato per abuso di potere e una volta anche per violazioni dei diritti costituzionali nel confronti di un prigioniero.

Il suo nome è noto ai media già nel 2006, perché era tra i poliziotti che spararono contro un uomo in una casa di Minneapolis nell’ambito del caso Reyes. Due anni più tardi, invece, sparò a una ragazza di 21 anni. Finora l’ha sempre passata liscia, ma le cose ora potrebbero cambiare. Devono cambiare…