Coronavirus, Calcio: il Giappone testa app per esultanze allo stadio… dal divano

Tra le “vittime illustri” del Coronavirus c’è sicuramente il calcio. Laddove il campionato è già ripreso, come in Germania, l’assenza di pubblico ha inevitabilmente snaturato lo spettacolo. Proprio in quest’ottica un’idea a dir poco bizzarra arriva dal Giappone

Coronavirus stadio porte chiuse
 (Foto: Getty)

Il calcio senza pubblico sugli spalti non è calcio. E’ il pensiero di moltissimi tifosi in tutto il mondo, che con la ripresa della Bundesliga hanno potuto avere conferma di come il calcio della “fase 2” poco abbia a che vedere con lo sport più amato in assoluto. Atmosfere surreali, a cui si aggiungono le situazioni spesso al limite dell’imbarazzo in cui si vengono a trovare i giocatori per rispettare le tante norme di distanziamento.

Un team di ricercatori giapponesi ha realizzato, per conto di Yamaha, una specifica che app con l’intento di portare all’interno degli stadi i cori e i fischi dei tifosi a casa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Serie A in chiaro: Spadafora annuncia la rivoluzione

Coronavirus, Calcio: un’app per portare negli stadi i cori dei tifosi a casa

Liverpool tifosi Coronavirus
 (Getty Images)

Il sistema prende il nome di “Remote Cheerer powered by Sound UD” ed è realizzato da Yamaha. Lo scopo che si prefigge questa nuova applicazione è quella di trasmettere via internet – dal divano di casa agli stadi – applausi, fischi e canti dei tifosi.

Una soluzione, diciamo, “molto giapponese”. Gli utilizzatori dell’app, stando a un comunicato stampa, avranno a disposizione diversi tasti, corrispondenti ai diversi stati di animo che vogliono trasmettere durante le partite. Ci saranno così gli applausi, i fischi, i cori e i buuu di disapprovazione. Il tutto trasmesso poi all’interno dello stadio attraverso degli altoparlanti.

Gli utenti potranno anche scegliere in quale settore dello stadio trasmettere il proprio contributo – con settori specifici dedicati alle diverse tifoserie – al fine di rendere, a detta degli sviluppatori, ‘esperienza più realistica. Una soluzione che fa sicuramente sorridere, ma che poco c’entra con la passione dei tifosi sugli spalti, da sempre parte integrante e fondamentale del gioco del calcio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Calciomercato Juventus, vicino il centrocampista: lo rivela l’agente