Conte sul Recovery Fund: “Ottimo segnale da Bruxelles, ora si accelera”

Piena soddisfazione da parte del premier Conte in merito all’esito della riunione della Commissione Europea per decidere del Recovery Fund

Giuseppe Conte guarda avanti
Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte (Getty Images)

Poche ore fa vi avevamo parlato della riunione della Commissione Europea per approvare il piano da 750 miliardi di euro, ora Conte confermato il buon esito del vertice.

Il presidente del consiglio dei ministri si è espresso in merito con un tweet sul proprio profilo Twitter: “Ottimo segnale da Bruxelles che va – dice convinto – proprio nella direzione indicata dall’Italia. Siamo stati descritti come visionari perché noi ci abbiamo creduto dall’inizio. 500 miliardi a fondo perduto e 250 miliardi di prestiti sono una cifra adeguata. Ora acceleriamo sul negoziato e liberiamo presto le risorse”.

Recovery Fund, ecco quanto riceverà l’Italia

coronavirus parlamento europeo

Del Recovery Fund da 750 miliardi, all’Italia spetterà la fetta più importante poiché è stato ritenuto lo stato membro più colpito dal virus. Stiamo parlando di 172,7 miliardi di euro di cui 81,807 miliardi come aiuti e 90,938 miliardi come prestiti.

I soldi, che saranno reperiti sul mercato, grazie ai bond continentali emessi dalla Commissione, saranno versati alle varie nazioni con diversi sistemi.

Il sistema principale si chiama Recovery and Resilience Facility. Esso prevede che i governi presentino un programma alla Commissione in cui spiegano il modo in cui utilizzeranno il denaro. L’Ue richiede che venga data priorità alla green deal, al digitale ed ai settori del turismo e dei trasporti.

Ottimo segnale da Bruxelles, va proprio nella direzione indicata dall’Italia. Siamo stati descritti come visionari perché ci abbiamo creduto dall’inizio. 500 mld a fondo perduto e 250 di prestiti sono una cifra adeguata. Ora acceleriamo sul negoziato e liberiamo presto le risorse

— Giuseppe Conte (@GiuseppeConteIT) May 27, 2020

LEGGI ANCHE—> Calabria, arriva il bonus per gli studenti fuori sede: come ottenerlo