CONDIVIDI

Pavia, abbraccia la fidanzata per strada: multa di 400 euro. Il ragazzo ventenne è stato fermato dalla polizia e sanzionato perchè non convivente

Multe coronavirus abbracci
Pavia, abbraccia la fidanzata per strada: multa di 400 euro (Foto: Getty)

Nonostante l’effettivo avvio della Fase 2 e i numeri in costante miglioramento, non è ancora possibile abbassare la guardia in questo momento. Dopo mesi di lockdown è finalmente possibile uscire e distrarsi un po’, ma come sottolineato da più fonti, non è ancora arrivato il momento del via libera definitivo. Le misure di distanziamento sociale, abbinate all’utilizzo dei Dpi, sono di fondamentale importanza per non compromettere quanto di buono fatto finora. Se poi ci si riferisce alla Lombardia, ecco che l’attenzione deve essere moltiplicata, visto che anche ieri erano ancora 400 i nuovi contagiati.

Forse per questo la polizia di Pavia, ha deciso di infliggere una multa molto pesante ad un ragazzo di 20 anni per aver abbracciato per strada la sua ragazza. Il fatto è avvenuto domenica in Strada Nuova, nel centro storico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> App Immuni, arriva l’annuncio: “Pronta in 10-15 giorni”

Pavia, abbraccia la fidanzata per strada: multa di 400 euro

Coronavirus multa abbraccio
Pavia, abbraccia la fidanzata per strada: multa di 400 euro (Foto: Getty)

Il giovane era con la ragazza per le vie del centro di Pavia, quando è stato avvicinato da una coppia di poliziotti in borghese ed è stato multato. Il motivo è legato ad un abbraccio galeotto regalato alla sua fidanzata, con eccessivo entusiasmo. Entrambi indossavano la mascherina, ma il contatto fisico non è comunque consentito in pubblico. La sanzione di 400 euro, può essere ridotta a 280 se pagata entro la prima settimana.

Una vera beffa se aggiungiamo che il ventenne dovrà pagarla da solo visto che la compagna non è stata ritenuta responsabile. Lui l’ha colta di sorpresa, senza preavviso, e con un gesto univoco. Lei non ha potuto sottrarsi e quindi secondo le forze dell’ordine è innocente.

Dopo aver accertato che non fossero conviventi, i poliziotti hanno provveduto a redigere il verbale.

Purtroppo questo non è l’unico caso riscontrato nel fine settimana a seguito dei controlli anti movida messi a punto dalla Regione. Tanti adolescenti si sono riversati in strada nelle ultime ore con comportamenti non sempre impeccabili. Va infatti rimarcato che al di là dell’uso delle mascherine resta obbligatorio non oltrepassare il metro di distanza dagli altri, evitando qualsiasi forma di assembramento e contatto diretto. Difficile da accettare ma resta ancora l’unica cosa da fare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Riapertura scuole, domani tentativo a Ivrea: ecco l’idea