CONDIVIDI

Veronica Maya aggredita con un martello: condannati due muratori. La storia risaliva al 2012 ed è arrivata a conclusione solamente ieri con la sentenza definitiva

Veronica Maya
Veronica Maya aggredita con un martello: condannati due muratori (Foto: Getty)

Una storia che affonda le radici a otto anni fa ma che si è conclusa solo nella giornata di ieri. Veronica Maia e il marito Marco Moraci hanno ottenuto la giustizia che meritavano. La coppia furono aggrediti a colpi di martello da due muratori, prima del provvidenziale intervento delle forze nell’ordine.

I fatti risalgono al 4 febbraio 2012 e si sono svolti all’interno della palazzina a Chiaia (Napoli) dove i due abitavano con il figlio nato pochi mesi prima. I muratori stavano svolgendo dei lavori in un altro appartamento emettendo rumori molesti per l’uso del martello pneumatico. Nonostante le ripetute richieste di cessare il lavoro almeno il sabato pomeriggio, i due hanno proseguito come se nulla fosse. A quel punto Veronica Maya e il compagno hanno deciso di farsi sentire con le maniere forti, andando a protestare vivacemente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> E’ morta Hana Kimura: sulla giovane Wrestler l’ombra del cyberbullismo

Veronica Maya aggredita con un martello: condannati due muratori

Veronica Maya aggredita
Veronica Maya aggredita con un martello: condannati due muratori (Foto: Getty)

La nota conduttrice e il marito sono stati aggrediti a colpi di martello prima che la polizia intervenisse. A quel punto è partita la denuncia nei confronti di Vincenzo Verde di 61 anni e di Carmine Verde di 29.

Dopo otto anni la condanna definitiva che recita, otto mesi di reclusione e spese di risarcimento nei confronti della coppia per 5mila euro.

Ora i due imputati potranno fare ricorso in appello nel tentativo di ribaltare la sentenza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Brumotti aggredito a Milano: registrava un servizio contro lo spaccio