CONDIVIDI

‘Tassa Covid’ in Italia: la novità è di questi giorni ma è assolutamente illecita. L’iniziativa presa da diverse attività è stata già denunciata dal Codacons alla Guardia di Finanza e all’Antitrust. 

Tassa covid

Spunta la ‘tassa Covid‘ in Italia. Ovvero una voce aggiuntiva nello scontrino, che va dai 2 ai 4 euro, inserita da svariate attività per cercare di recuperare dai mancati introiti del lockdown e soprattutto dalle spese per la fase 2 tra sanificazioni e precauzioni varie.

(Getty Images)

‘Tassa Covid’ in Italia: l’iniziativa illegale di alcune attività

Lo evidenzia il Codacons dopo diverse segnalazioni giunte all’ente. Ma sia chiaro: nulla di assolutamente ufficiale o lecito. Ed è per questo che il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori ha già presentato denuncia alla Guardia di Finanza e all’Antitrust.

“Un vero e proprio far west illegale che potrebbe configurare il reato di truffa”, così lo definisce l’associazione. Ma non finisce qui. Il presidente Carlo Rienzi, infatti, evidenzia anche un’altra anomalia riscontrata in questa fase 2: “Abbiamo anche riscontrato alcuni centri estetici che obbligano i clienti ad acquistare un kit monouso dal costo di 10 euro”. 

Potrebbe interessarti anche —-> Amazon e Facebook, incassi record durante il lockdown

Questo, costituito da kimono e ciabattine, sarebbe posto come obbligatorio da queste attività. In caso di mancato acquisto, il soggetto non può sottoporsi ai trattamenti. Così come d’obbligo viene imposta anche la tassa citata in apertura. Ma ora verrà tutto stroncato sul nascere.

Tutti gli aggiornamenti sul CORONAVIRUS sul nostro canale TELEGRAM >>> https://t.me/covid19LiveINEWS24