CONDIVIDI

In Perù un sindaco non rispetta le misure di lockdown ed esce ubriaco con gli amici: per non farsi scoprire adotta un metodo davvero comico

perù sindaco ubriaco
Perù (Foto: Getty)

Il Coronavirus è arrivato dall’altra parte del mondo e anche i Paesi del Sudamerica sono sottoposti a misure restrittive della libertà personale. In Perù, ad esempio, ci sono oltre 56.000 persone contagiate e 6.000 morti, con la popolazione costretta al lockdown. Ma un sindaco peruviano è stato protagonista di un fatto davvero tragicomico. Nel dipartimento di Huancavelica, Jaime Rolando Urbina Torres, amministratore del distretto di Tantarà, l’ha combinata davvero grossa. Secondo quanto riferito dal giornale locale ‘La Republica’ egli ha prima di tutto ha violato le misure di lockdown, con la polizia che lo ha trovato completamente ubriaco. Ma non è finita qui, perché per evitare di rovinare l’immagine pubblica si è addirittura finto morto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus Brasile, Bolsonaro: “Lockdown è la via per il fallimento”

Perù, il sindaco viola il lockdown ubriaco e la polizia lo ferma: si finge morto

perù sindaco ubriaco
Un sindaco in Perù l’ha combinata davvero grossa (Foto Twitter)

E’ finita male la bravata di Urbina Torres, sindaco di una cittadina del Perù. L’amministratore ha violato le misure di lockdown imposte per il Paese sudamericano, decidendo di trascorrere la serata con gli amici, abusando di bevande alcoliche. Il comportamento fuori dalle righe del personaggio pubblico ha destato curiosità e stupore da parte di alcuni passanti, che lo hanno riconosciuto e hanno chiamato la polizia. A questo punto il danno era fatto e per cercare di “salvare” in qualche modo la situazione, vedendo nelle vicinanze delle bare, si è sdraiato all’interno di una di esse, fingendosi morto. Purtroppo per lui, però, la bravata non è andata a buon fine: gli agenti lo hanno scoperto e lo hanno portato in commissariato.

LEGGI ANCHE >>> Terremoto Perù: forte scossa di magnitudo 5,7 nella notte