Cuneo, femminicidio davanti all’Auchan: uccisa donna di 44 anni

0
5

Cuneo, femminicidio davanti all’Auchan: nel tardo pomeriggio di oggi è stata uccisa una donna di 44 anni. Immediato un fermo

Ciampino
Cuneo, i Carabinieri sono immediatamente intervenuti  (archiviio Pixabay)

Cuneo, femminicidio davanti all’Auchan. Nel parcheggio di uno dei supermercati cittadini una donna di 44 anni è stata freddata da alcuni colpi di pistola. Il dramma si è consumato nel tardo pomeirggio di oggi, 22 maggio, e il presunto colpevole è già stato fermato senza opporre resistenza.

La vittima dell’ennesimo femminicidio in Italia in quesdto 2020 è una donna di origini rumene, M.A. residente attualmente in provincia di Cuneo. Il presunto assassino invece sarebbe un 42enne residente a Firenze, ma di stanza a Pinerolo (sempre in Piemonte) come militare.

Tutto si è consumato in pochi minuti, come riportano le prime parziali informazioni che stanno arrivando in questi minuti. La coppia sarebbe arrivata in macchina nel parcfheggio del supermercato. Poi dopo aver parcheggiato, i due secondo quanto riferito da alcuni testimoni avrebbero cominciato a discutere. Da lì a poco, sono stati uditi gli spari e quindi sono state subito avvertite le forze dell’ordine.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Omicidio a Bergamo, uccisa a calci e pugni: trovato il colpevole

Cuneo, il presunto colpevole prima ha sparato e poi si è costituito

Carabinieri femminicidio Alto Adige
Femminicidio a Cuneo, arrestato il presunto colpevole (Websource)

Cuneo, il presunto assassino avrebbe sparato almeno quattro colpi di arma da fuoco al petto, due dei quali andati a segno. All’arrivo delle Volanti, l’uomo che intanto aveva atteso direttamente in macchina, è stato bloccato in stato confusionale. Per quello che risulta il militare avrebbe portato con sè due pistole regolarmente denunciate, anche se ne avrebbe usata una sola.

Dopo il delitto, sarebbe stato direttamente lui a chiamare il 112, dichiarando di aver ammazzato una donna e di volersi costituire. Ora delle indagini, seguire dal pm Alberto Braghin, è incaricata la squadra Mobile della questura di Cuneo, che ha già eseguito rilievi con la Polizia Scientifica. Rimangono da chiarire quali fossero i rapoporti tra i due e che cosa abbia portato a questo finale tragico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui