CONDIVIDI

Il premier Conte, nell’ambito di recenti interviste, ha affrontato diverse tematiche: dal Recovery fund, al Mes, al “piano choc” per i cantieri.

Coronavirus Governo
Giuseppe Conte (Getty Images)

Nell’ambito di recenti interviste rilasciate a Repubblica e al Corriere della Sera, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha affrontato diverse tematiche. Come riporta Skytg24, il premier ha annunciato al Corriere della Sera un “piano choc” per i cantieri, al fine di combattere le conseguenze derivate dall’emergenza Coronavirus. Il premier, nell’ambito della stessa intervista, si è anche espresso sulla ritrovata alleanza su Italia Viva: “Ho visto una chiara determinazione a fare un percorso comune”, ha annunciato Conte.

Un passaggio importante delle dichiarazioni del premier riguarda l’accordo sui 500 miliardi. Come leggiamo dalla fonte, infatti, Conte ha dichiarato che l’accordo sui 500 miliardi del cosiddetto “Recovery fund” è una vera e propria “svolta importante”. Attraverso questo accordo, fa sapere il premier, la Germania ha effettuato un passaggio dalla portata storica. Questo perché, principalmente, la Germania accetta la logica del debito comune europeo. Soprattutto, fa sapere il premier, la svolta ricade sul fatto che la Germania accetta la proposta condivisa con la Francia sul fatto che ci siano contributi, a fondo perduto, fino a 500 miliardi.

Leggi anche >>> Giuseppe Conte alla Camera: “Fate vacanze in Italia, pronti test sierologici”

Conte ha parlato di Recovery fund e del Decreto Rilancio

Giuseppe Conte guarda avanti
Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte (Getty Images)

Nell’ambito di un’altra recente intervista, questa volta a Repubblica, il premier si è espresso circa il Decreto Rilancio. Come riporta Skytg24, il premier ha annunciato che grazie al Decreto Rilancio, le procedure per l’erogazione della Cassa Integrazione subiranno delle vere e proprie semplificazioni.

Il governo, fa sapere Conte, consentirà all’Inps di anticipare il 40% delle somme che spettano al lavoratore. Il tutto, entro due settimane dal momento della presentazione della domanda. Conte si è anche ritenuto soddisfatto dei sacrifici degli italiani, che hanno permesso di uscire dalla situazione di lockdown e che hanno permesso, al tempo stesso, la riapertura di gran parte della attività commerciali.

Potrebbe interessarti anche: Covid-19, troppa “movida” nelle città italiane: l’appello di Conte

F.A.

 

 

 

 

Tutti gli aggiornamenti sul CORONAVIRUS sul nostro canale TELEGRAM >>> https://t.me/covid19LiveINEWS24