CONDIVIDI

Sfiducia a Bonafede, tra non troppe ore si discuterà esattamente cosa farne di lui in Senato e le posizioni di alcuni sono tutt’altro che chiare.

mafia Bonafede covid
Alfonso Bonafede (photo Gettyimages)

Quanto sta accadendo attorno a Bonafede continua a suscitare tensioni ed interesse. Il Ministro della Giustizia della Repubblica Italiana è in questo momento sotto giudizio. La situazione legata alle sue decisioni non hanno affatto sollevato il consenso del popolo e delle altre forze politiche, che ora sono pronte a combattere per sollevarlo dall’incarico. Ciò sta causando tante tensioni, perché domani si andrà al voto e non c’è chiarezza tra gli schieramenti. Un’ambiguità che di certo non fa bene agli equilibri della politica.

Sfiducia a Bonafede, Delrio: “Se passa è crisi generale”

Il capogruppo del PD alla Camera, Graziano Delniro, ha parlato alla RAI. “Se passa una mozione di sfiducia contro Bonafede, si apre una vera crisi, non c’è dubbio”, ha detto preoccupato. “Non si può pensare che con il ministro della Giustizia, capo del principale partito, la cosa si risolve con una pacca sulla spalla”. In pratica le sue parole sottolineano come ciò porterebbe ad una sfiducia dell’intero governo, cosa che di certo porterebbe molto caos ed incertezza in un momento delicatissimo.

L’Italia sta uscendo da un momento di crisi per il coronavirus e mettere in dubbio il governo in questo momento potrebbe non essere saggissimo, o almeno secondo chi appoggia il Movimento 5 Stelle. Domattina si saprà certamente di più.

LEGGI ANCHE —> Coronavirus, Cina: tornano le misure restrittive dopo aumento di contagi