CONDIVIDI

Grecia e Spagna riaprono le frontiere, proprio in vista della partenza per le prossime vacanze. Ma gli italiani non si muovono

viaggi vacanze grecia
La Grecia resta tra le mete turistiche preferite dagli italiani (Pixabay)

Grecia e Spagna riaprono le frontiere, garantendosi così dforse di fatto la salvezza per la stagione estiva. Una voce che su entrambe le economie pesa moltissimo e quindi non è un caso che la decisione sia arrivata proprio in queste ore. Anche l‘Italia lo farà dal prossimo 3 giugno, ma non c’è ancora certezza che dall’estero il turismo si muoverà.

L’annuncio della Grecia è arrivato freschissimo. Il paese riaprirà le sue frontiere al turismo il 15 giugno prossimo come ha annunciato il premier Kiryakos Mitsotakis. Lo ha fatto oggi partecipando ad un vertice quadrilaterale con altri Paesi dei Balcani (tra i quali la Serbia) per fare il punto sulle prospettive di ripresa dopo la pandemia di Coronavirus. Mitsotakis ha anticipato l’apertura dei confini il 1° giugno per i viaggi d’affari, i lavoratori stagionali e i componenti familiari residenti in altri Paesi. Dal 15 giugno poi via libera abnche per i turisti.

Anche il governo spagnolo ha deciso di cancellare il divieto d’ingresso nel Paese, in vigore da oltre 2 mesi, per i voli e le navi passeggeri provenienti dall’Italia. Fanno ancora eccezione, per il momento, le navi da crociera. La decisione è stata presa dal ministero dei Trasporti e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale.

La Spagna riapre le frontiere (Getty Images)

In Spagna però rimane in vigore l’obbligo di quarantena di 14 giorni per tutti i viaggiatori stranieri in arrivo. E verrà mantenuto fino a quando durerà lo stato di emergenza, almeno fino a metà giugno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vacanze estive: le regole per tornare nei rifugi in montagna

Vacanze 2020, otto italiani su dieci rimarranno nel nostro Paese

Ma queste aperture di Paesi stranieri molto amati dagli italiani per le vacanze cambieranno qualcosa nelle scelte?  Una fresca indagine di AirBnb descrive un quadro chiaro: l’82% degli italiani passerà le ferie in Italia, contro il 55% dell’anno scorso.

In testa alle destinazioni più cercate ci sono Sicilia, Sardegna, Puglia, Trentino Alto-Adige e Costa Etrusca tra Toscana e Lazio. Rispetto al passato c’è la necessità del distanziamento sociale e per questo i turisti cercano soprattutto una casa ‘indipendente’ (il 62%) mentre solo il 7% punta sugli appartamenti. Inoltre il 66% delle ricerche è su soggiorni di durata superiore a una settimana (nel 2019 era il 32%).

Sardegna spiagge
Le spiagge della Sardegna pronte alla riapertura (Getty Images)

Ma cosa cercano gli italiani nelle case per le vacanze? Piscina e wifi in testa, per poter seguire lo smart working anche lontanbo da casa e per tenere i bambini lontani dalle spiagge potenzialmente affollate. Poi però vogliono anche un posto nel quale poter portare liberamente il loro animale domestico: lo chiede almeno una famiglia su tre, il quadruplo rispetto ad un anno fa. Infine tra gli accessori richiesti cucina accessoriata, aria condizionata e jacuzzi.