Liga spagnola, si va verso la ripresa: il piano per tornare in campo

Anche in Spagna si va verso la ripresa del campionato di calcio. Secondo quanto riportato da As, la Liga spagnola ha pronto il piano per la ripartenza

liga spagnola
Liga spagnola, si va verso la ripartenza (Getty Images)

Proprio in queste ore, il primo campionato europeo è tornato in campo dopo il lungo stop dovuto all’emergenza Coronavirus. Le squadre di Bundesliga, con le dovute precauzioni e misure di sicurezza, sono tornate a calpestare i terreni di gioco, seppur a porte chiuse. Mentre in Inghilterra e in Italia ci sono parecchi dubbi circa la ripresa, la Liga spagnola sembra pronta al fischio d’inizio.

Secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo As, infatti, la Federazione Spagnola (RFEF) e la Liga (LFP) avrebbero trovato l’accordo per riprendere col campionato e portarlo a termine entro il 29 luglio. Il piano prevede una serie di misure di sicurezza e modifiche al calendario, con l’aggiunta della possibilità di giocare anche il lunedì, svolta storica in Spagna.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, addio a Pjanic: ma c’è già il sostituto

Liga spagnola, il piano per la ripartenza

liga spagnola
Il piano per la ripartenza prevede partite tutti i giorni, lunedì compresi (Foto: Getty)

Secondo quanto riferisce il quotidiano spagnolo As, nelle prossime settimane la Liga spagnola tornerà in campo. Federazione e LFP avrebbero concordato un piano serrato con partite tutti i giorni, lunedì compreso. Ogni squadra, tra una partita e l’altra, avrà a disposizione 72 ore di tempo per riposare e viaggiare in caso di trasferte. Si giocherà alle 20 nelle giornate più fresche, mentre se il caldo si dovesse fare troppo pesante, il fischio d’inizio sarà posticipato alle 23.

Come già successo in Bundesliga, anche in Spagna ci saranno regole da rispettare in campo per permettere, per quanto possibile, il massimo della sicurezza. Distanze di sicurezza in panchina, vietato abbracciarsi o sputare, esultanze dopo i gol isolate. Si tratta di norme che sono destinate a diventare la normalità per più di qualche settimane, a cui giocatori e staff dovranno farci l’abitudine.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Bundesliga, si riparte: dove vedere le partite del weekend