CONDIVIDI

Alla vigilia delle riaperture della fase 2, il governatore della Campania Vincenzo De Luca torna a farsi sentire con il governo. La Regione non firma l’accordo

campania De Luca governo
Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca

Da domani in Italia comincerà a tutti gli effetti la fase 2, con la riapertura di quasi tutte le attività produttive e commerciali. Molti governatori delle Regioni hanno firmato l’accordo con lo Stato sulle linee guida da adottare per la ripartenza del 18 maggio, ma a fare un passo indietro è il presidente della Campania, Vincenzo De Luca. “Non ho sottoscritto l’intesa Stato-Regioni – ha dichiarato De Luca alla trasmissione ‘Mezz’ora in più‘ di Lucia Annunziata su Rai Trealcuni media pensano che si stata condivisa da tutti ma non è così“. Secondo il governatore della Campania “su alcune norme sanitarie generali deve intervenire il Ministro della Salute, il Governo non può scaricare a noi le responsabilità“.

LEGGI ANCHE >>> De Luca annuncia: “La Campania aprirà da giovedì e non da lunedì”

Paste the following code before the "" or "" tag

Fase 2, la Campania non è d’accordo con il governo: la furia del governatore De Luca

campania de luca governo
Vincenzo De Luca

Per De Luca, dunque, non ci sono ancora le condizioni per emettere l’ordinanza con la quale accogliere le nuove misure di sicurezza da adottare a partire da domani. “C’è un clima di grande confusione, domattina noi non apriremo ne bar, ne ristoranti e pub. Parleremo con le categorie economiche per avere maggior chiarezza sui sistemi di sicurezza“. Il governatore della Campania afferma di non aver ancora deciso sulla riapertura dei confini della sua Regione: “Il 3 giugno liberi tutti? Io deciderò la sera del 2, valutando la situazione epidemiologica reale. Infine l’attacco alla sanità pubblica italiana: “La Campania è la regione che riceve meno risorse dal fondo sanitario nazionale, ogni anno ci vengono derubati 300 milioni di euro dallo Stato.

LEGGI ANCHE >>> Campania, multe per chi non indossa le mascherine: l’annuncio di De Luca