Fase 2, il sondaggio: solo 6 attività su 10 riapriranno il 18 maggio

Da lunedì 18 maggio la fase 2 entrerà nel vivo, ma secondo il sondaggio di Confesercenti saranno poco più della metà le attività che riapriranno

Fase 2 18 maggio
Fase 2, molte attività non riapriranno il 18 maggio (Foto: Getty)

E’ tutto pronto per la riapertura di moltissime attività commerciali, artigianali e produttive italiane. Da lunedì 18 maggio, infatti, la fase 2 entrerà nel vivo, con tutte le misure di sicurezza sanitarie imposte dal Comitato tecnico scientifico del governo. Ma non tutti saranno disposti a riaprire: secondo quanto emerso dal sondaggio effettuato dalla Swg per Confesercenti, soltanto 6 imprese su 10 alzeranno le saracinesche. A trattenere negozi, bar e ristorante dal riaprire i propri esercizi è soprattutto la paura di lavorare in perdita, ma anche le norme anti Covid-19, tutt’ora poco chiare o non attuabili per alcuni. Dal campione di imprenditori del settore del commercio al dettaglio e della somministrazione analizzato, risulta che solo il 62% hanno intenzione di riaprire lunedì. Di contro, il 27% avrebbe già deciso di rimanere chiuso, mentre l’11% è ancora incerto sul da farsi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fase 2, cosa si potrà fare da lunedì 18 maggio: tutti i dettagli

Fase 2, solo il 60% delle imprese riaprirà il 18 maggio: il sondaggio

Fase 2 18 maggio
L’Italia è pronta a ripartire (Foto: Getty)

La data del 18 maggio era molto attesa da diverse settimane, ma all’atto pratico non tutte le attività potranno permettersi di riaprire. “Per le imprese la riapertura è una corsa a ostacoli e contro il tempo – si legge in una nota della Confesercenti – quello che più spaventa gli esercenti è di lavorare in condizioni di perdita economica, ma anche dalla rigidità delle linee guida, oltre alle responsabilità legali in caso di contagio“. L’associazione di categoria lamenta anche un aumento di costi di gestione, a fronte di ricavi che verosimilmente caleranno, anche se l’accordo trovato tra il Governo e le Regioni, in questo senso dà un po’ di fiducia e ottimismo agli imprenditori.

LEGGI ANCHE >>> Fase 2, Conte: “Ottima collaborazione con le Regioni”