Dott. Mucerino a iNews24: “Foglietto illustrativo obbligatorio con le mascherine”

0
71

Marco Mucerino, cardiochirurgo pediatrico del Policlinico di Napoli Federico II ha sollevato una forte perplessità riguardo l’uso delle mascherine ad iNews24

Dott Mucerino

Non è un mistero il fatto che non tutti hanno compreso come vanno utilizzate le mascherine. Sono tante le polemiche sollevate nei confronti dei cittadini italiani che le portano sotto al naso, al collo o comunque in maniera impropria. C’è un problema a cui nessuno ha pensato: che longevità ha una mascherina? E’ proprio questo il drammatico enigma che, Marco Mucerino cardiochirurgo pediatrico del Policlinico di Napoli Federico II, ha posto alla redazione di iNews24.

> > RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE INTERVISTE < < 

 

Con un po’ di rabbia, mista a preoccupazione, il dottore Mucerino dice: “Mi sono reso conto che la gente non ha capito come funzionano le mascherine, al di là di chi le porta erroneamente. C’è gente che le tocca continuamente, le piega in tasca, in borsa, le usa più volte. Le mascherine spesso sono un deposito di agenti patogeni, non devono essere usate come accessorio di bellezza, ma non ci vuole una laurea in medicina per capirlo. Sarebbe utile iniziare una campagna informativa per far comprendere ai cittadini il corretto uso delle mascherine”.

Mucerino: “Mascherine salvavita, il foglietto illustrativo dovrebbe essere d’obbligo”

covid zaia mascherine
Mascherina chirurgica (Unsplash)

Il dottore Marco Mucerino espone il suo disappunto circa la cattiva informazione per i cittadini riguardo le mascherine: “La mascherina è un presidio sanitario e dovrebbe obbligatoriamente prevedere un foglietto illustrativo. Non possiamo prendercela con i cittadini perché non sanno usare le mascherine, se nessuno gli dice come utilizzarle, quando buttarle. Non possono tenerle per sempre, hanno un ciclo alla fine del quale vanno gettate”.

“La mascherina è un presidio sanitario salvavita, bisogna essere chiari e precisi su tutto. Non si può lasciare all’interpretazione personale, è giusto che nel foglietto illustrativo obbligatorio  sia indicato il potere filtrante ed il fine vita“.

Cittadini alla deriva e cattiva informazione

Coronavirus pandemia oms
(Getty Images)

Ancora peggio, secondo il dottore Mucerino, è aver lasciato il popolo alla deriva: “E’ stato obbligato l’uso di mascherine senza identificare il tipo, è assurdo pensare di mettere a rischio la propria vita perché chi è vicino usa una pezza sul viso e nessuno può dirgli nulla perché la normativa è insufficiente. Bisognava rendere obbligatori degli strumenti di protezioni con caratteristiche ben precise. Così è un caos ognuno usa quello che vuole senza nessun criterio sanitario”.

“Un’altra anomalia che ho riscontrato – aggiunge il cardiochirurgo pediatrico Mucerino – è quando hanno dato il via libera allo sport, con la mascherina. Si sono poi resi conto dell’assurdità e si è corso ai ripari dopo che si sono presentati i problemi. Il sistema sanitario non può permetterselo”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Mascherina “a tempo”, il dott. Mucerino a iNews24: “Il mio progetto, ma quanti ostacoli!”

C’è poi un ulteriore chiarimento obbligatorio da fare: “Non basta che le mascherine siano rettangolari per essere automaticamente chirurgiche. Le mascherine chirurgiche sono quelle utilizzate in sala operatoria, ed è chiaro che hanno caratteristiche ben specifiche. A mio parere, la mascherina FFP2 senza filtro è sufficiente per proteggerci, può essere un salvavita. Unita al distanziamento sociale, ed ai comuni criteri d’igiene, non c’era bisogno neppure del lockdown”.

Mascherine della Regione Campania

E’ noto che la Regione Campania ha disposto la distribuzione di due mascherine per nucleo familiare lungo tutto il territorio. A queste sono state aggiunte altre due mascherine per i bambini d’età tra i 4 ed i 16 anni. “Un gesto apprezzabile, ma al di là della qualità, sono insufficienti. Ne hanno mandate soltanto 2 per famiglie con 6 persone, a malapena può utilizzarle una persona per un giorno. Così facendo si lancia il messaggio sbagliato: sono mascherine monouso, nessuno ha comunicato ai cittadini che, una volta utilizzate, vanno gettate“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui