Coronavirus Brasile, Bolsonaro: “Lockdown è la via verso il fallimento”

Numeri negativi per quanto riguarda il Coronavirus: Brasile al sesto posto nel mondo nel mondo per numero di contagi. Nonostante questo il presidente Bolsonaro si scaglia contro il lockdown.

coronavirus
Jair Bolsonaro (Getty Images)

Desta preoccupazione il numero di contagiati e deceduti per Covid-19 in America Latina, con il Brasile a guidare questa triste classifica. Solo ieri il paese del presidente Jair Bolsonaro ha stabilito un nuovo record, con oltre 11mila nuovi casi registrati nell’arco di appena un giorno.

Nonostante questo il presidente brasiliano continua ad essere contrario all’adozioni di misure restrittive più radicali. Il famoso lockdown insomma, adottato dalla stragrande maggioranza dei paesi nel mondo tra cui l’Italia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus: aumentano a dismisura i casi in America Latina

Coronavirus, Brasile: il presidente Bolsobaro contrario al lockdown

Cristo Redentore camice
Brasile: il Cristo Redentore “indossa” il camice contro il Coronavirus (photo Gettyimages)

L’adozione di misure di isolamento sociale più restrittive – ha dichiarato Bolsonaro ai cronisti presenti fuori alla residenza presidenziale – avrebbe “spezzato” il paese, non essendoci abbastanza soldi per pagare i lavoratori pubblici.

“Questa storia del lockdown, di chiudere tutto  – ha proseguito  – non è la strada. Questa è la strada verso il fallimento, verso la rottura del Brasile”. A sorprendere maggiormente è la tempistica di queste dichiarazioni, esattamente un giorno dopo il record di nuovi contagi nel paese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Bolsonaro: “Tanti morti in Italia perché piena di vecchi!”

Brasile sesto paese al mondo per numero di contagi

covid-19 brasile
In Brasile, la situazione relativa al Covid-19 è critica: a Manaus si scavano fosse comuni (Getty Images)

Molti governatori tuttavia hanno introdotto diverse misure a livello locale, inclusa la quarantena. Secondo Bolsonaro però, questo non sta facendo altro che peggiorare la crisi, trasformando il Brasile in “un paese di poveri”.

In tutto ciò il Brasile è il sesto paese al mondo per numero di casi di Coronavirus. Si calcolano attualmente oltre 190mila persone positive al virus, di cui oltre 13mila decedute nel corso della pandemia. Stando ai numeri riportati dalla Johns Hopkins University, il Brasile si trova alle spalle di Stati Uniti, Russia, Regno Unito, Spagna e Italia per numero di contagi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, in Brasile situazione critica: “Stiamo scavando fosse comuni”