Francia, la proposta per salvare la cultura: “Vendiamo la Gioconda”

Stéphan Distinguin, consulente digitale e CEO di Fabernovel, ha proposto di vendere la Gioconda per salvare l’economia in Francia

gioconda
La proposta dalla Francia: vendere la Gioconda per salvare la cultura del Paese (Pixabay)

Una provocazione, o forse una proposta vera e propria. Stéphan Distinguin, noto consulente digitale francese e CEO di Fabernovel, ha pensato ad un modo per salvare la cultura in Francia dalla crisi dovuta al Coronavirus: vendere la Gioconda. Uno dei capolavori di Leonardo Da Vinci, autentico simbolo del Louvre di Parigi e dell’arte mondiale e motivo di battibecchi continui con gli italiani.

Secondo Distinguin, per una cifra intorno ai 50 miliardi di euro, il quadro potrebbe essere acquistato da qualche principe arabo o magnate russo. In questo modo verrebbe rifinanziato il mondo della cultura francese, dando uno slancio ad un settore parecchio in crisi. L’idea, pubblicata sulla rivista Usbek & Rica, starebbe facendo parecchio discutere, e sembrerebbe essere destinata a rimanere una semplice provocazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Terremoto, forte scossa a Fiume: paura al confine con la Croazia

Gioconda, le parole di Distinguin: “Si rivelerebbe un affare, bisogna rilanciare il settore”

gioconda
Stéphan Distinguin ha portato avanti l’ipotesi (Getty Images)

Più che una provocazione, le parole di Stéphan Distinguin suonano come una vera e propria proposta. Il CEO di Fabernovel, consulente digitale molto noto, ha esposto la sua idea sulla rivista Usbek & Rica. “Si rivelerebbe un affare sia dal punto di vista economico che culturale” spiega Distinguin, che aggiunge: “La crisi dovuta al Coronavirus ha messo il mondo della cultura francese in ginocchio, servono mosse audaci“.

Secondo il CEO di Fabernovel, vendendo un autentico capolavoro come la Gioconda di Da Vinci si riuscirebbe a ricavarne almeno 50 miliardi di dollari. “Se non verrà fatto qualcosa, la cultura francese rischia di morire sotto i colpi del Coronavirus“. Tra i possibili acquirenti del cimelio, Distinguin ha fatto anche il nome di Jeff Bezos, padre di Amazon.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Qatar Airways, la bella iniziativa: voli gratis per medici e infermieri