Bundesliga, le regole per ripartire: vietato sputare e abbracciarsi

Il prossimo sabato 16 maggio, la Bundesliga tornerà in campo. Il nuovo regolamento prevede alcune norme igieniche, come il divieto di sputare

Bundesliga
La Bundesliga ha annunciato una serie di nuove misure igieniche e sanitarie da dover rispettare (Getty Images)

Dopo mesi di stop a causa dell’emergenza Coronavirus, il calcio in Europa è pronto a ripartire. Mentre Ligue 1 ed Eredivisie hanno già detto addio alla stagione 2019/20, la Premier League e la Bundesliga sono pronte a scendere nuovamente in campo. In Germania, i riflettori si riaccenderanno già a partire da sabato 16 maggio, rigorosamente a porte chiuse.

Il governo tedesco, infatti, ha dato nei giorni scorsi il via libera per la ripresa di Bundesliga e Zweite Liga. Poche ore fa, la federazione tedesca ha rilasciato un nuovo regolamento di 35 pagine, contenente tutte le misure igieniche e sanitarie che giocatori e staff dovranno prendere per permettere il ritorno sui campi nella totale sicurezza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fase 2, la ripresa dello sport: Spadafora fa il punto al Senato

Bundesliga, le nuove misure anti Coronavirus in campo

bundesliga
Tra le nuove regole, non sarà consentito sputare in campo e abbracciarsi (Getty Images)

Con ben 35 pagine di regolamento aggiornato, la Bundesliga ha fornito ai vari club del massimo campionato tedesco e della Zweite Liga le misure igieniche e sanitarie da rispettare con attenzione. Come riportato dai principali media tedeschi, diverse azioni e comportamenti ritenuti normali fino a tre mesi fa saranno ora vietati. Tra questi, il divieto che fa più discutere riguarda il non poter più sputare in campo.

Cambierà anche il modo di esultare dopo un gol. I calciatori non potranno più festeggiare abbracciandosi e formando gruppi numerosi di persone, ma dovranno rispettare (per quanto possibile) le distanze. Cambia anche il tradizionale rito pochi istanti prima del fischio d’inizio, durante il quale non ci saranno più strette di mano e abbracci.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Serie A, medici sportivi in rivolta: molti vogliono dimettersi