Fase 2: così gli hotel si organizzano per riaprire in sicurezza

Fase 2: gli hotel di BWH Hotel Group stanno organizzando la riapertura e lo fanno in totale sicurezza. Il nuovo programma di sicurezza si chiama Special Protection BWH.

Hotel
Fase 2: gli hotel organizzano riapertura in sicurezza (photo Pixabay)

Un progetto di riapertura in totale sicurezza quello che sta mettendo in atto Best Western Hotel, che propone a tutti i suoi affiliati italiani un programma per la fase 2. Come riporta Quality Travel, infatti, BWH Hotel Group sta progettando, per la riapertura, il programma Special Protection BWH, programma che poggia su 5 pilastri fondamentali per un sicuro ritorno all’attività.

A prender parola, in tal senso, è stata Giovanna Manzi, CEO della BWH Hotel Group, che ha parlato di protezione e rigore, pilastri che gli affiliati della Best Western Hotel conoscono già, ma che saranno potenziati proprio grazie all’uso della tecnologia.

Leggi anche >>> Fase 2, apertura anticipata per alcuni settori: dialogo Governo e Regioni

Fase 2: il programma di BWH Hotel Group per ripartire in sicurezza

Camera hotel
Camera hotel (photo Pixabay)

Come riporta Quality Travel, lo Special Protection BWH si basa su cinque pilastri fondamentali per far sì che la riapertura e la ripresa dell’attività sia in totale sicurezza. Primo, tra i cinque pilastri, è l’utilizzo di dispositivi per lo staff. Come leggiamo dalla fonte, infatti, tutto lo staff degli hotel sarà munito di specifici dispositivi di sicurezza, come mascherine, guanti, salviette per pulire le superfici e gel disinfettanti. Inoltre, gli operatori si impegneranno a mantenere le dovute distanze di sicurezza. Verranno ripensati anche gli spazi nei ristoranti degli alberghi.

La sanificazione è poi fondamentale. L’azienda ha studiato dei protocolli di sanificazione in tutte le aree delle varie strutture, al fine di garantire la massima sicurezza ai clienti.

Altro pilastro fondamentale sono i suggerimenti che lo staff darà ai clienti. Tutti gli alberghi, in questo senso, saranno muniti di appositi adesivi sui pavimenti, monitor nelle hall con spiegazioni, oppure messaggi sui tavoli dei pasti. Il kit protettivo, caratterizzato da mascherine, guanti, salviette e gel, come leggiamo dalla fonte, sarà disponibile nelle camere o presso il ricevimento.

Un altro pilatro fondamentale è la tecnologia. Come riporta Quality Travel, infatti, tutti i clienti potranno ottenere tutte le informazioni necessarie: dai menù del ristorante alle misure di sicurezza, direttamente dal “digital customer journey”. Inoltre, il chatbot Best Friend permetterà il dialogo in tempo reale tra cliente e staff. Il check-in sarà poi fatto, in totale sicurezza, in modalità web.

Ultimo pilastro su cui si basa il nuovo progetto di ripartenza è l’assicurazione. Grazie agli esperti di risk management, come riporta Quality Travel, tutti gli ospiti potranno usufruire di importanti soluzioni assicurative. Tutti i clienti che prossimamente prenoteranno nelle strutture italiane avranno garantita copertura per l’assistenza sanitaria per tutta la durata del soggiorno. Si potrà usufruire di assistenza medica telefonica e anche in presenza. Le spese mediche, inoltre, saranno coperte.

Potrebbe interessarti anche: Fase 2, turismo in rosso: il buco in Primavera vale miliardi

F.A.