Bonus baby sitter, 1200 euro decreto aprile: come funziona e a chi spetta

Dal decreto legge di aprile al via il bonus di 1200 euro per baby sitter: tutto quello che c’è da sapere su come funziona e a chi spetta l’indennizzo

bonus baby sitter
I genitori aspettano notizie sul futuro dei bambini (Getty Images)

Una delle categorie rimaste escluse dal precedente decreto è stata quella delle famiglie con figli in età scolare, per i quali non è stato previsto nessun indennizzo per il mese di marzo. Con il dl di aprile, in base a quanto si apprende dalla bozza, invece, ci sarà un bonus baby sitter di 1200 euro per chi accudisce i bambini in casa in questi mesi a causa del Coronavirus. Il nuovo importo raddoppiato sarà erogato, però, solo a cominciare dal mese di maggio. Tale bonus sarà esteso anche ai lavoratori che svolgono i servizi educativi territoriali, per i centri ricreativi e per i servizi per la prima infanzia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fase 2, prende forma il Decreto Aprile: nuovi bonus in arrivo

Decreto Aprile, al via il bonus baby sitter di 1200 euro: come fare la domanda e chi può accedere

Bonus baby sitter
Novità sul Bonusbaby sitter (Getty Images)

Se per il mese di aprile è prevista un’erogazione di 600 euro, a partire da maggio l’importo sarà raddoppiato a 1200 euro, così come il bonus attualmente di 1000 euro, previsto per medici, infermieri e operatori sanitari, salirà a 2000. Un’importante novità nel Decreto Cura Italia, voluta dal Ministro della Famiglia Elena Bonetti, per sostenere le famiglie in questo periodo in cui le scuole sono chiuse e i bambini sono a costretti a rimanere in casa. Ma a chi spetta il bonus baby sitter? Secondo quanto scritto sul sito dell’Inps possono richiederlo, a partire del 2 maggio e in alternativa al congedo parentale, da:

  • dipendenti di aziende private, lavoratori autonomi e lavoratori iscritti alla Gestione Separata INPS.
  • lavoratori dipendenti del settore sanitario (pubblico o privato accreditato), nonché personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico impiegato per esigenze connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19

Il requisito è essere genitori di figli con età inferiore a 12 anni alla data del 5 marzo 2020 o se, oltre i 12 anni, con presenza di handicap gravi.

Emergenza Covid-19, come fare richiesta all’Inps

Il bonus viene erogato dall’INPS, previa domanda da inoltrarsi in via telematica, accedendo al servizio online tramite le credenziali PIN, SPID, CIE o CNS. Qualora gli interessati non siano in possesso di queste credenziali, è possibile accedere al servizio in modalità semplificata, per compilare e inviare la domanda online, previo inserimento della sola prima parte del PIN, ricevuto via SMS o email subito dopo la relativa richiesta.