CONDIVIDI

In Belgio, diverse persone hanno potuto rivedere dopo mesi i familiari in una casa di riposo utilizzando un metodo alternativo: sono saliti su una gru

gru belgio
Gli anziani sono tra le persone che maggiormente stanno subendo le conseguenze del Coronavirus (photo Pixabay)

Di questi tempi, con l’emergenza Coronavirus che continua ad essere una realtà da combattere, tutto il Mondo ha dovuto profondamente cambiare le proprie abitudini, in un modo o nell’altro. Tra le tante persone che stanno subendo le conseguenze della pandemia, ci sono sicuramente le persone anziane, che sono maggiormente esposte al rischio contagio.

Le case di riposo sono diventate tra i luoghi più a rischio, con numeri decisamente troppo alti. A Bruxelles, in Belgio, per rendere meno difficile il periodo ai pazienti, è stato concesso loro di rivedere i propri familiari. Dovendo comunque far rispettare le distanze di sicurezza, un’azienda che noleggia gru ha deciso di mettere questi mezzi a disposizione dei visitatori per poter rivedere i propri cari.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Coronavirus, valutazione del Remdesivir: il sì dell’EMA

Belgio, gru per rivedere i familiari nella casa di riposo

gru belgio
Un’azienda di gru ha messo in affitto i mezzi di lavoro per permettere ai familiari di rivedere gli anziani in una casa di riposo (websource)

In Belgio, un’azienda che noleggia gru per la pulizia dei vetri ha deciso di fare un regalo speciale ad alcuni pazienti in una casa di riposo. Per permettere loro di rivedere i propri cari, hanno prestato i mezzi da lavoro ai familiari. Questi, salendoci sopra, hanno potuto per qualche minuto parlare con gli anziani.

Mantenendo comunque le distanze di sicurezza, un momento così è stato sicuramente d’aiuto, considerato il terribile momento che soprattutto le persone più anziane stanno vivendo. Il presidente dell’azienda ha spiegato l’iniziativa: “Un paio di settimane fa, passando davanti a una casa di cura, vidi una persona salutare la madre dalla finestra” spiega il manager, che continua: “Allora ho pensato di aiutare queste persone, mettendo a disposizione le nostre gru

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus baby sitter, 1200 euro decreto aprile: come funziona e a chi spetta