Kim Jong-un è vivo: il dittatore riappare in pubblico dopo 20 giorni

0

Il dittatore Kim Jong-Un è vivo. Il leader nordcoreano riappare in pubblico dopo 20 giorni, come riporta il media del paese KCNA.

Kim vivo
Kim Jong-un riappare in pubblico dopo tre settimane (Getty Images)

Il dittatore nordcoreano Kim Jong-un è vivo. Dopo tre settimane lontano dalle telecamere, il leader del paese più controverso al mondo è tornato a farsi vedere in pubblico rilanciando al mittente tutte le speculazioni su una sua presunta morte. Infatti Kim ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione di un grande stabilimento industriale a 50 chilometri a Nord della capitale Pyongyang.

Come riportano le prime pagine del quotidiano del regime, Rodong Sinmun, il dittatore è riapparso in pubblico per inaugurare una nuova fabbrica di fertilizzanti nella città di Sunchon. La comparsa del leader nordcoreano è avvenuta venerdì, documentata da una serie di foto che smentiscono tutte le speculazioni su una sua morte. Così è riapparso in pubblico il dittatore, dopo giorni d’assenza in cui più volte sono avanzate notizie su una sua morte.

Kim Jong-un è vivo: il dittatore inaugura una fabbrica di fertilizzanti

Kim vivo
Le foto del dittatore emerse sul web (via WebSource)

Sono stati 20 giorni di speculazioni, quelli che sono seguiti all’ultima apparizione di Kim in pubblico. Infatti dopo diverse settimane senza dare notizie sul web era avanzata l’ipotesi di una possibile morte del dittatore. A schierarsi contro le speculazioni del mondo di internet ci hanno pensato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ed il senatore Antonio Razzi, due grandi amici di Kim.

Ieri invece è arrivata la conferma del dittatore ancora in vita. Infatti Kim ha presenziato all’inaugurazione della nuova fabbrica di fertilizzanti a 50 km da Pyongyang.

Prima di venerdì, il dittatore era apparso in pubblico solamente l’11 aprile in occasione della cerimonia del Politburo del Partito dei lavoratori. Poi diverse assenze importanti, come quella alle celebrazioni per il Giorno del sole, il 15 aprile, una delle grandi feste nazionali nordcoreane.

Nella giornata di ieri poi sembrava essere arrivata una grande conferma sulla sua morte. Infatti il nordcoreano, Ji Seong-ho, appena eletto al Parlamento di Seul, aveva confermato al 99% la sua morte. Nel frattempo però è avanzata anche l’ipotesi di un possibile isolamento di Kim nello stabilimento balneare di Wonsan, per mettersi al riparo dal Coronavirus.

Così dopo tre settimane di assenza, Kim è tornato in pubblico. Quella di Kim non è nemmeno l’assenza più grande, infatti nel 2014 il dittatore sparì dalle scene per ben sei settimane. Nonostante la sua comparsa all’inaugurazione della fabbrica, in molti continuano a fare ipotesi sullo stato di salute di Kim, vista la sua evidente obesità e i le sue dipendenze da alcol e fumo. Ma per ora Kim è vivo e con lui ieri presenziava anche la sorella Kim Yo-Jong, indicata come possibile successore del dittatore.

L.P.

Per altre notizie di Cronaca Estera, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui