Covid-19, Cina prende in giro USA con i Lego: “E’ un raffreddore!” – VIDEO

Covid-19, Cina prende in giro USA. Un video è da poche ore apparso sul sito ufficiale dell’agenzia asiatica Xinhua. 

Covid-19 cina usa
Covid-19 cina contro usa (via Daily Mail)

Il coronavirus ha distrutto migliaia di vite e sta cambiando per sempre il nostro modo di vivere e di interagire con ci ci circonda. Il virus originario di Wuhan, infatti, si è diffuso con una velocità tale in tutto il mondo da trovare tantissimi governi assolutamente impreparati. Dopo essersi diffuso in Cina e poi in tanti altri Paesi dell’Asia, la malattia si è affacciata in Europa. Il primo focolaio è stato nell’Italia Settentrionale, e da allora è stato il caos. La situazione è subito precipitata, si è proceduto con un lockdown prima locale e poi nazionale. Intanto la malattia si è spostata, Germania, Inghilterra, Spagna, Portogallo, Francia. Il numero di morti sale in continuazione. E, ora, il ceppo ha attraversato un altro enorme oceano, sbarcando anche nei popolosi Stati Uniti d’America.

Covid-19, Cina prende in giro USA con i Lego: “E’ un raffreddore!” – VIDEO

Probabilmente il fatto che il virus si sia diffuso in Asia e poi in Europa, e comunque gli USA abbiano faticato a reagire ed impedire il propagarsi dell’infezione è motivo di ilarità per alcuni cinesi. In particolare l’agenzia di stampa Xinhua ha pubblicato un piccolo video fatto con i Lego. Si vede in scena un guerriero dell’Esercito di Terracotta e la Statua della Libertà. Il guerriero prende in giro la controfigura americana, avvertendo che il virus potrebbe diffondersi. La Statua della Libertà sostiene che si tratti solo di un’influenza, quindi è inutile indossare la mascherina. Poco dopo, però, la stessa statua finisce con la flebo e con una faccia arrossata dalla febbre. Il soldato prova a far ragionare il simbolo americano Ma ti stai ascoltando mentre parli?. Quindi afferma che “Mi piace vedere come difendiate le vostre false convinzioni”. Inutile dire che questo piccolo spot non ha raccolto il favore dei cittadini americani, anzi. Su Twitter e Facebook è già polemica.

LEGGI ANCHE —> Covid-19, allo Spallanzani test sul vaccino da luglio