Giallo Genova, mamma fatta a pezzi: l’autopsia ribalta la situazione

0

Colpo di scena nel giallo di Genova: la mamma fatta a pezzi dalla figlia potrebbe essersi suicidata. Il risultato dell’autopsia riapre il caso

genova mamma pezzi
Genova, svolta nelle indagini nel caso della donna fatta a pezzi dalla figlia (Websource)

Nuovo colpo di scena nelle indagini del giallo di Genova. Ieri una donna 63 anni, nel quartiere di Marassi, è stata tagliata a pezzi dalla figlia 37enne, che poi ha chiamato la polizia e si è costituita, ammettendo il fatto. Ma la stranezza del caso sta nel fatto che la giovane, Giulia Stanganini, arrestata per distruzione di cadavere e indagata per omicidio, ha ammesso l’orribile azione, ma negato di aver ucciso lei la madre. Le indagini, però, potrebbe aver portato ad una scoperta. L’autopsia, effettuata sul cadavere di Loredana Stupazzoni dai medici legali Francesco Ventura e Marco Salvi, ha rilevato segni compatibili con l’impiccagione della donna.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Trova la madre morta e la fa a pezzi: orrore a Genova

Caso Genova, mamma fatta a pezzi dalla figlia: spunta l’ipotesi del suicidio

genova mamma pezzi
La mamma fatta a pezzi dalla figlia a Genova potrebbe essersi suicidata (Getty Images)

Si riapre il caso di Genova, dove una donna di 37enne è stata arrestata per aver fatto a pezzi il cadavere della madre, dopo averla trovata, seconda la sua versione già morta. La giovane è stata arrestata per presunto omicidio, ma l’autopsia potrebbe ribaltare la situazione. Sono stati trovati, infatti, segni sul collo della 63enne, compatibili con una possibile impiccagione. Lunedì ci sarà l’interrogatorio di garanzia del gip Riccardo Ghio, mentre l’avvocato che si occupa del caso ha chiesto una perizia psichiatrica per la Stanganini. I rapporti tra madre e figlia erano molto conflittuali, con la 37enne emotivamente molto provata dopo la perdita del figlio di 3 anni e mezzo, morto a novembre.

LEGGI ANCHE >>> Milano, omicidio nella notte: uccide la moglie e si costituisce

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui