Coronavirus USA, bilancio tragico: 51mila morti tra cui una neonata

0

Continua l’emergenza Coronavirus negli Usa. Il bilancio è tragico con 890.524 casi ed oltre 51mila decessi, tra cui una neonata di 5 mesi.

Coronavirus Usa
Continua l’emergenza sanitaria negli USA (via Getty Images)

Non si arresta l’emergenza da Coronavirus negli USA. Il paese americano in poco tempo è diventata leader mondiale per casi positivi ma soprattutto per decessi causati dal Covid ed adesso si trova ad affrontare un’emergenza senza precedenti. A confortare i cittadini americani non ci sono nemmeno le parole del presidente Donald Trump.

Infatti, frettoloso di uscire da questa emergenza sanitaria che sta causando non pochi danni all’economia, Trump sta proponendo soluzioni di ogni tipo. L’ultima scellerata proposta è stata quella di provare ad iniettare candeggina o disinfettante nelle vene. Una proposta che ha creato non poco sdegno nella comunità scientifica, che ha definito le proposte del presidente come “Irresponsabili“.

Andiamo quindi ad osservare l’ultimo bollettino dell’Organizzazione Sanitaria a stelle e strisce, che offre anche un segnale di speranza, con una diminuzione delle morti nelle ultime 24 ore.

Coronavirus USA, calano i morti nelle ultime 24 ore: quasi 900mila casi

Coronavirus USA
Calano i decessi nelle ultime 24 ore (via Getty Images)

L’ultimo bollettino sanitario engli Stati Uniti vede un incremento dei positivi. Infatti i casi sono saliti a 890.524. A fornire il dato ci ha pensato l’ultimo conteggio della John Hopkins University. Le vittime sono salite a 51.017, sempre secondo il conteggio della JHU, un dato calcolato sommando i dati di tutti i 50 stati.

Purtroppo nelle ultime ore è stata registrata la vittima più giovane di questo virus. Infatti a New York è morta una bimba neonata di circa 5 mesi, figlia di un pompiere del distretto della Grande Mela. La piccola soffriva già di una patologia cardiaca. La piccola è comparsa dopo un mese di di trattamenti in un ospedale del Bronx dove era stata ricoverata lo scorso 21 marzo a causa di una febbre alta.

L.P.

Per altre notizie sulla Cronaca Estera, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui