Coronavirus, bollettino Protezione Civile 25 aprile: calano i positivi

Ecco il bollettino sul Coronavirus della Protezione Civile del 25 aprile: in drastico calo dei positivi, ancora in aumento i guariti

coronavirus bollettino protezione civile
Coronavirus, il bollettino del 25 aprile

Continuano ad arrivare buone notizie per quanto riguarda la diffusione e l’incidenza del Coronavirus in Italia. Il bollettino della Protezione Civile del 25 aprile parla di 2.357 nuovi casi positivi, con una riduzione 680 unità nei casi attualmente positivi. Rimane stabile, invece, il dato sui morti, che oggi è di 415 persone. In costante aumento anche i guariti, 2.622 nelle ultime 24 ore. Con questi dati il totale dei casi positivi dall’inizio dell’epidemia è salito a 195.351, mentre quello degli attualmente positivi scende a 105.847. Impennata dei guariti, che arrivano a quota 63.120, mentre l’aumento giornaliero dei decessi porta il totale a 26.384. Dalla terapia intensiva sono stati dimessi 71 pazienti, mentre ci sono 535 persone in meno ricoverate con sintomi.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, Arcuri: “Pronti a produrre 25 milioni di mascherine al giorno”

Coronavirus, il bollettino della Protezione Civile del 25 aprile: calano i positivi anche in Lombardia

coronavirus bollettino protezione civile
Angelo Borrelli, capo della protezione civile (Screenshot Video)

Nel bollettino del 25 aprile sono stati registrati 65.387 tamponi in più rispetto a ieri, in totale 1.707.843, con 1.186.526 persone testate. Come al solito, la Regione che ha fatto segnare il maggior numero di contagi è stata la Lombardia, ma i 713 casi sono in ribasso rispetto agli ultimi giorni. Il Piemonte sale ufficialmente al secondo posto del totale dei casi: 607 nuovi positivi oggi. In netta diminuzione anche i numeri di Emilia-Romagna, Veneto, Toscana, Liguria e Marche. Grandi risultati per la Sardegna, che oggi fa registrare zero nuovi casi, Umbria (3), Basilicata (1) e Molise (5). Dati positivi che fanno sperare verso una più breve possibile ripresa della normalità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, l’Iss rivela: “Primi 15 giorni determinano l’esito dell’infezione”